Jorge Amado: scrittore e militante comunista

0
363

Jorge Amado de Faria è uno scrittore brasiliano. Amado partecipa all’ “Academia dos Robeldes”, in cui aderiscono al gruppo, molti letterati. Inoltre, i personaggi di spicco letterario, come Vinícius de Moraes ed Otávio de Faria, contribuiscono al successo di Amado.  Di fatto, l’ opera “O País do Carnaval” di Jorge, grazie a Moraes e Faria, giunge alla pubblicazione della casa editrice di Frederico Schmidt. In seguito, Amado ottiene un grande successo, e scrive altre opere come “Cacao, Sudore, Jubiabá, Mar Morto”, ed altre.

Jorge Amado e la biografia

Jorge Amado nasce ad Itabuna il 10 agosto 1912, e muore a Salvador de Bahia il 6 agosto 2001. La famiglia proviene dal Brasile, e vive nel territorio meridionale di Bahia. Jorge è il primo figlio di João Amado de Faria e di Eulália Leal, poi seguono i fratelli Jofre, Joelson, e James. Nel 1922, Jorge frequenta il Collegio dei Gesuiti “Antonio Vieira”, nella capitale brasiliana. A fronte di ciò, padre Gonzaga Cabral diviene il formatore letterario di Jorge, che apprende le letture dei classici portoghesi, e dei romanzi di scrittori noti. Tuttavia, Jorge collabora con il quotidiano “O Imparcial”, e con la rivista “Diario da Bahia”. In seguito, Amado esordisce con “O País do Carnaval”, ed inizia a scrivere anche altre opere.

Jorge Amado e la vita privata

Amado nel 1933 circa, sposa Matilde Garcia Rosa, con la quale scrive il libro per bambini “Descoperda do mundo”. Nel 1944, lo scrittore divorzia da Matilde, e l’ anno seguente,  sposa l’ autrice Zélia Gattai. Di conseguenza, dalla coppia nascono il primo figlio João Jorge, e poi le figlie Eulália e Paloma.

Jorge Amado e la politica

Nel 1935, Amado frequenta la “Faculdade Nactional de Direito”, a Rio de Janeiro. A fronte di ciò, Jorge diviene un militante comunista, e riceve l’ ordine di esilio per un anno, in Uruguay, nel 1941. In seguito, nel 1945 Amado ottiene la nomina di rappresentante del “Partido Comunista Brasileiro”(PCB). Inoltre, Amado firma una legge, che garantisce la libertà sul culto religioso. Ma dopo la nascita di João, il figlio risulta illegittimo, e lo scrittore riceve un nuovo ordine di esilio, in Francia. In seguito, Amado abbandona la militanzapolitica, ma non il Partito Comunista. Di fatto, Amado capisce di risultare più utile al  popolo brasiliano, come scrittore che come politico.

Jorge Amado e la carriera letteraria

Durante la militanza politica, Amado inizia una fase di denunce e proteste sociali, in campo letterario. Inoltre, l’ autore modifica  lo stile letterario dei precedenti “romanzi proletari”, in cui esalta la lotta di classe. L’ opera “I sotterranei della libertà”, evidenzia le differenze formali della scrittura, rispetto alla nuovo stile di Amado con “Gabriela, Cravo e Canela”. In realtà, l’ immagine dello scrittore comunista sbiadisce, e lascia spazio alla nuova figura di un autore nazionale. Il 6 aprile del 1961, Amado entra nell’ “Accademia Brasiliana di Lettere”, ed ottiene il titolo di “Dottore Honoris Causa”, da diverse Università.

Le opere letterarie

Lo scrittore durante la carriera letteraria compone diverse opere, e molte di esse diventano oggetto di adattamenti teatrali, e televisivi. Tra i films ci sono: “Dona Fior e i suoi due mariti, Gabriela, Tieta do Brasil”. Tuttavia, l’ autore scrive diversi romanzi come: “Il Paese del Carnevale, Cacao, Sudore, Jubiabá, Mar Morto, Capitani della spiaggia, Terre del finimondo, I padroni della terra, Messe di sangue”. Ciò nonostante, Amado scrive anche: “La bottega dei miracoli, Teresa Batista stanca di guerra, Vita e miracoli di Tieta de Agreste, Alte uniformi e camicie da notte, Santa Barbara dei Fulmini”.

Altre opere

Amado scrive anche numerosi racconti, come: “Lenita, Sentimentalismo, Ohomen da mulher e a mulher do homen, Descoberda do mundo, A estrada do mar, O cavaleiro da esperanc̹a, Historia do carnaval, Bahia, Il mondo della pace”, ed altri.

La morte

Jorge Amado muore a Salvador il 6 agosto del 2001, all’ età di quasi ottantanove anni. Dopo la cremazione, le ceneri dello scrittore vengono portare nel giardino della sua casa.

Commenti