Jonathon Keats e la “Fontana della tolleranza”

A Fontecchio l'artista americano ha presentato un progetto di arte collettiva incentrato su un fontanile

0
896
Jonathon Keats
L'opera che l'artista ha realizzato a Fontecchio in Abruzzo

Dallo spazio la soluzione per mineralizzare l’acqua e rendere la comunità più tollerante e inclusiva. L’artista Jonathon Keats ha partecipato al programma internazionale “Riabitare con l’arte” che promuove il rinnovamento sociale attraverso la creatività. Il suo progetto riguarda il borgo di Fontecchio.


La Fontana di Trevi: tutto quello che c’è da sapere


Cosa ha realizzato Jonathon Keats a Fontecchio?

L’artista americano ha applicato i suoi studi sui materiali provenienti dallo spazio per fornire alla cittadinanza un’acqua più salubre. Rifacendosi alla leggenda della conversione al cattolicesimo di Costantino, Keats ha portato l’attenzione sul monumento in piazza della Fontana. La sua opera è un esperimento di arte come momento collettivo in cui tutti partecipano a un progetto. Infatti, Jonathon ha comunicato agli abitanti del borgo di aver mineralizzato la fonte con la polvere di un meteorite. Così, chiunque beva dal fontanile diventerà immune alla xenofobia e all’intolleranza, creando una società più aperta al dialogo.

La conversione di Costantino

Keats ha realizzato il suo progetto di arte collettiva partendo da una storia che riguarda il passato del borgo abruzzese. Nel 312 l’imperatore Costantino vide un asteroide scendere a terra nei pressi del monte Sirente e interpretò l’avvenimento come un presagio. Pertanto decise che fosse il momento di cambiare la propria fede e avvicinarsi al cattolicesimo. La luce che l’asteroide ha provocato a contatto con l’atmosfera terrestre ha illuminato il sovrano romano. Secondo la tradizione la pietra è atterrata vicino a Fontecchio, in prossimità di un cratere antico.

La “Fontana della tolleranza”

Jonathon ha denominato il monumento che attinge l’acqua nei pressi del luogo di caduta del meteorite “Fontana della tolleranza”. La targa posizionata a Fontecchio fa riferimento alla trasformazione di chi beve in ibridi alieni, liberi dai pregiudizi. Keats ha spiegato, durante l’inaugurazione del progetto che ha realizzato durante una residenza artistica, che le fontane sono luoghi per il cambiamento politico. Sono monumenti che si trovano in spazi comunitari e abbelliscono l’area, rappresentano valori condivisi.