Jessica Hung Han Yun: “illuminazione” di una designer

0
146
Lighting designer

Una giovane donna alla ricerca di una strada e di un talento. La delusione del momento e poi, l’importanza di una amico che, forse, ha compreso prima di lei ciò che significa la propria presenza sulla terra. Ecco che, Jessica Hung Han Yun, si illumina e diventa lighting designer.

Che cos’è un lighting designer?

Ha scelto la strada del teatro Jessica. Non ne aveva mia assaporato la bellezza né, aveva delle conoscenze nell’ambiente. Il padre, un uomo ligio al lavoro e, la madre, impegnata a crescere la prole. La ragazza, dopo essersi indirizzata verso la recitazione, ha compreso quanta paura avesse di stare su un palco. Ci ha provato disperatamente, fino a sentirsi inadatta, a far emergere paure e, a perdere il senso del suo talento. Un talento però, che tardava ad arrivare dalla propria mente. Questa colpita da ciò che ha considerato un fallimento. Poi, un’illuminazione vera e propria. Jessica, grazie a Pete, un amico che l’ha spinta a cercare nuovi orizzonti, ha compreso il vero significato della luce. Fin a quel momento, l’aveva considerata si, importante per il palcoscenico, ma mai avrebbe pensato di poter giocare, tanto, da creare un vero e proprio spettacolo di luci.



A Versailles riapre il teatro di Maria Antonietta


La luce oltre i propri occhi

E talvolta nemmeno inseguendo qualcosa celato dentro di noi, si può arrivare a comprendere davvero chi siamo e quale sia il nostro compito su questo mondo. Jessica ha fatto qualcosa che, forse, in molti non hanno fatto fino in fondo. Sto parlando di valicare quegli orizzonti mentali a cui crediamo di avere imposto un limite terreno. Ha sperimentato, ha provato ed è arrivata fino in fondo. L’impegno costante, l’ha fatta diventare ciò che adesso è, con una luce in più riflessa sulla propria coscienza. Ricordo allora, quando Freddie Mercury cantava “Don’t try so hard”, e allora penso che alla fine, sia una questione di idee. Ogni tanto, ne si lancia in aria una, sperando, che qualcuno la colga al volo. Senza, provarci duramente ogni santo giorno. Arrivando allo stremo delle forze e, ottenendo di fatto, il risultato opposto.

Commenti