JAZZ ITALIANO PER LE TERRE DEL SISMA

0
502

E’ a suon di jazz che si fa sentire la solidarietà verso le terre del sisma. Torna infatti l’evento musicale che raduna centinaia di musicisti Jazz da tutta Italia pronti per sostenere le popolazioni terremotate. Quattro tappe; che avranno inizio da Camerino, il 30 Agosto. A Scheggino il 31 Agosto. Ad Amatrice il 1 Settembre. Infine all’Aquila il 1 e il 2 Settembre, quest’ultima data avrà luogo nella Basilica di San Bernardino, restaurata da poco dopo il sisma del 2009.

 

Basilica di San Bernardino, L’Aquila.

 

Evento che ha l’obiettivo, oltre a rilanciare le comunità dei terremotati, di avvicinare i turisti a questi luoghi che stanno cercando di rialzarsi. Molti degli edifici che fino a solo un anno fa erano inagibili stanno tornando a splendere e ad accogliere iniziative come questa.

In una conferenza stampa a Roma, parlano emozionati il sindaco dell’Aquila Pierluigi Biondi e i sindaci degli altri comuni coinvolti.

“La relazione che esiste tra la città dell’Aquila e il jazz è intensa, quasi intima, ad accomunarli sono la tradizione, la continua ricerca di nuove forme di sperimentazione e l’apertura al futuro che, però, non può non tener conto di solide radici” commenta il sindaco Biondi.

Un’iniziativa che testimonia l’affetto per questi territori, un momento di arte e cultura come mezzo di rilancio per la comunità. L’intensa carica ritmica del jazz, si mescola con la forza con cui i cittadini di questi luoghi stanno tornando a rialzarsi. Jazz è improvvisazione, e così anche gli abitanti dell’Aquila, Amatrice, e le altre città colpite, si sono ritrovati ad improvvisare una nuova vita, a non fermarsi tra una scossa e l’altra.

Insieme alle città, anche il jazz cresce a ritmo vertiginoso, aggiunge il direttore artistico dell’iniziativa Paolo Fresu: “Il Jazz Italiano per le Terre del Sisma ha coinvolto, in soli quattro anni, circa 2500 musicisti con oltre 400 concerti dimostrando quanto la vitalità e la poesia del nostro linguaggio artistico siano preziose nella tessitura del pensiero architettonico, sociale, umano ed economico della città e degli altri comuni colpiti dal sisma.” Afferma poi: “Dal 2009 l’Aquila diverrà la capitale del jazz italiano con un festival autonomo e che dialogherà anche con Amatrice, Camerino e Scheggino.

 

 

LE DATE

 

 

30 Agosto |Camerino

Rocca Borgesca

(In caso di piogiia: Auditorium Benedetto XIII / Colle Paradiso Via Le Mosse)

A partire dalle 19.30

 

31 Agosto | Scheggino

Piazza Carlo Urbani

(In caso di pioggia: Sala Polivalente)

A partire dalle 19.oo

 

1 Settembre | Amatrice

Parcheggio ex area ANPAS

(Villa San Cipriano di Amatrice)

A partire dalle 18.00

 

1 Settembre | L’Aquila

Piazza Chiarino

Dj set

Piazzetta del Sole

Jazz Club

Ore 21.30

2 Settembre | L’Aquila

Basilica di San Bernardino

10.00

Casa dello Studente

12.oo

Commenti