Jai Shri Ram: uno slogan che ha cambiato i contorni politici dell’India

Mentre l'intero BJP e il suo alleato Shiv Sena usano lo slogan Jai Shri Ram come un grido di battaglia, i loro avversari, in particolare il Bengala Occidentale CM Mamata Banerjee, hanno lanciato una massiccia campagna contro lo stesso slogan.

0
329
Jai Shri Ram dalla religione alla politica

Jai Shri Ram significa letteralmente vittoria a Lord Ram, il principe di Ayodhya menzionato in varie versioni del Ramayana. Questo slogan è nelle notizie ormai da tempo e sta facendo tendenza anche sui social media in India. Negli ultimi tempi, questo slogan religioso è uscito nei titoli dei giornali per le ragioni sbagliate. L’utilizzo di questo slogan non è più considerato religioso, è diventato uno slogan politico per promuovere l’agenda del Bharatiya Janata Party (BJP).

Mentre l’intero BJP e il suo alleato Shiv Sena usano lo slogan Jai Shri Ram come un grido di battaglia, i loro avversari, in particolare il primo ministro del Bengala occidentale, Mamata Banerjee, hanno lanciato una massiccia campagna contro di essa.

Durante l’elezione di Lok Sabha, Mamata Banerjee è stata vista fermare la sua auto per contestare quelli che urlavano Jai Shri Ram. La sua irritazione sull’utilizzo di questo slogan ha preso una piega insolita e i suoi avversari hanno iniziato a stuzzicarla urlando Jai ​​Shri Ram ogni volta che la vedono in un evento.

A maggio, giorni dopo l’annuncio dei risultati elettorali di Lok Sabha, sette persone sono state arrestate in Bengala per aver urlato Jai Shri Ram mentre la sfilata di Mamata Banerjee passava nella loro zona.

Anche il premio Nobel Amartya Sen si è unito a Mamata Banerjee contro lo slogan di Jai Shri Ram, dichiarando che non fa parte della cultura bengalese. Si sono registrati anche casi di linciaggio di massa in cui le vittime, appartenenti alla comunità musulmana, sono state costrette a recitare Jai Shri Ram.

Tabrez Ansari, 24 anni, è stato presumibilmente linciato a Jharkhand il mese scorso. È stato accusato di aver rubato una motocicletta nel distretto dello stato di Seraikela Kharsawan. Ansari è stato presumibilmente legato a un palo e picchiato con bastoni da una folla che lo ha costretto a urlare Jai Shri Ram dopo aver accertato che fosse musulmano. Questo incidente è avvenuto il 17 giugno. Ansari è morto per le ferite il 22 giugno.

In un incidente simile, un ragazzo di 16 anni nel Kanpur di Uttar Pradesh è stato picchiato dopo che i suoi assalitori lo hanno trovato con un berretto a forma di teschio e gli hanno chiesto di cantare Jai Shri Ram, cosa che, in un primo momento, si è rifiutato di fare.

India-Pakistan: continuano gli scontri. Civili in fuga

Jai Shri Ram: dove tutto ha avuto inizio

Non è ancora chiaro quando Jai Shri Ram è entrato nello spazio politico, ma è stato riscontrato già in uso dal BJP attorno al movimento del tempio Ram del 1990-92, lanciato dal Vishwa Hindu Parishad (VHP) – un braccio esteso del Rashtriya Swayamsevak Sangh (RSS) famiglia. Un partecipante attivo nel movimento del tempio fu il leader del BJP Lal Krishna Advani e il suo protetto Narendra Modi.

Ma prima che il BJP facesse diventare lo slogan di Jai Shri Ram un proprio slogan, era già in uso alla fine degli anni ’80, nel serial Ramayan prodotto dal regista Ramanand Sagar. Lo slogan Jai Shri Ram è stato usato nella serie televisiva come un grido di battaglia di Hanuman e altri nella spedizione di Lord Ram contro Ravan, il re di Lanka che aveva rapito Sita, la moglie di Ram.

Il precedente slogan o canto popolare era Sita-Ram e Siya-Ram, che venivano spesso usati come parole per salutarsi l’un l’altro. La popolarità di Sita-Ram è attribuita a un combattente per la libertà e attivista contadino Baba Ramchandra, che aveva impressionato Pandit Jawaharlal Nehru con le sue capacità organizzative. Nella sua autobiografia, Nehru attribuisce a Baba Ramchandra il merito di aver fatto di un vecchio grido di Sita-Ram “un significato quasi bellicoso” e “un segnale per le emergenze e un legame tra diversi villaggi”. Dopo il movimento di Ram Janmabhoomi del VHP e la campagna politica parallela del BJP, Sita-Ram ha ceduto il posto a Jai ​​Shri Ram ed è diventato uno slogan essenzialmente politico, molto più utilizzato durante il periodo delle elezioni.

Commenti