Jaguar festeggia i 75 anni di auto sportive con il suo ultimo modello con motore V8

0
145


Le auto sportive classiche di Jaguar stanno per uscire di scena con il botto. Otto, per l’esattezza. La casa automobilistica britannica ha svelato l’ultima auto sportiva con motore V8 che produrrà prima di passare all’elettrico nel 2025.

La F-Type 75

La F-Type 75 del 2024 segna anche il 10° anniversario del modello e il 75° anniversario della prima vera auto sportiva di produzione Jaguar, la XK120 del 1949. La sinuosa roadster era all’epoca l’auto di serie più veloce al mondo, con una velocità massima di 124,6 miglia orarie.
La F-Type 75 viene offerta sia in versione standard che in versione R, con livelli crescenti di prestazioni, disponibile sia come coupé che come cabriolet, entrambe con trazione integrale. La F-Type 75 monta un motore V8 5.0 litri sovralimentato da 450 CV e può accelerare fino a 60 mph in 4,4 secondi e raggiungere una velocità di 177 mph, mentre la F-Type R75 ha una versione da 575 CV dello stesso motore che consente uno scatto a 60 mph in 3,5 secondi e una velocità massima di 186 mph. Le auto ricevono anche i badge “75” sui parafanghi e nell’abitacolo, cerchi e rivestimenti interni speciali, oltre a un’opzione di vernice metallizzata Giola Green, unica per il modello. I prezzi di partenza vanno da 91.175 dollari per una F-Type 75 coupé a 116.275,00 dollari per una F-Type R75 cabrio. Altri modelli di F-Type non 75 continueranno a essere offerti.

La fine delle auto con motore V8

Jaguar si unisce a Dodge nell’eliminare i motori V8 dalla sua gamma. Il marchio americano di muscle car smetterà di costruire gli attuali modelli Challenger e Charger alla fine del 2024 e li sostituirà con la Charger Datona SRT completamente elettrica. Ma mentre questo segna il canto del cigno per le auto sportive a otto cilindri di Jaguar, il motore potrebbe rimanere in circolazione ancora per qualche anno. È disponibile anche nel SUV F-Pace, il più venduto di Jaguar, per il quale non è ancora stata fissata una data di cessazione dell’attività.