Italia-Israele 1-0: Immobile regala i tre punti a Ventura

0
249

Il modo migliore per rialzare la testa dopo la tremenda disfatta in casa della Spagna era ritrovare immediatamente la vittoria. Lo ha fatto l’Italia, pur senza brillare, nell’incontro casalingo con l’Israele, in cui è bastato un gol di Immobile per permettere agli azzurri di portare a casa i tre punti e riportare un po’ di serenità in un ambiente ancora scosso e deluso dopo il pesantissimo 3-0 incassato al Santiago Bernabeu domenica scorsa. Ventura ha ridato ancora una volta fiducia al suo ormai consueto 4-2-4, che ha mostrato tanti limiti ed ha bisogno ancora di numerosi accorgimenti per poter funzionare al meglio. Verratti palesa ancora evidenti difficoltà nel centrocampo a due, mentre l’ingresso in campo di Zappacosta (migliore in campo) rinvigorisce la corsia di destra, dove Candreva nella ripresa offre una gran prestazione.

PRIMO TEMPO – Dopo circa quaranta secondi di gioco l’Italia ha la prima occasione per passare in vantaggio, ma Belotti la spreca: la punta del Torino grazia Harush da pochi passi su assist di Darmian e getta alle ortiche il pallone del potenziale 1-0 azzurro. Si tratta dell’unica chance degna di nota, insieme a un tiro di Insigne da pochi passi respinto col piede da Harush, in un primo tempo in cui i nostri non riescono mai a rendersi particolarmente incisivi e pungenti e Israele non corre particolari pericoli dietro. Al termine della prima frazione, gli uomini di Ventura totalizzano un possesso palla nettamente superiore (68% circa) e ben otto conclusioni, ma i numeri sulla carta positivi portano zero reti, a causa soprattutto delle tante difficoltà palesate dagli azzurri in fase di impostazione. I fischi del pubblico di Reggio Emilia certificano che la prima parte del match non è di quelle particolarmente memorabili per la Nazionale.

SECONDO TEMPO – In avvio di ripresa le cose sembrano cambiare, con l’Italia che gioca con ritmi decisamente più elevati e appare in grado di far male agli ospiti. Belotti e Insigne vanno vicini al gol, sprecando le rispettive occasioni, quindi Immobile trova la via della rete con un potente colpo di testa sugli sviluppi di un cross dalla destra di Candreva. Per il centravanti della Lazio si tratta del settimo sigillo con la maglia della Nazionale in 28 apparizioni, nonché del primo gol dopo quattro partite di digiuno. Non essendo abituata a rifilare goleade ai propri avversari, l’Italia si limita a gestire il vantaggio e, pur cercando a tratti insistentemente il raddoppio, non riesce ad andare nuovamente a segno e addirittura rischia di subire il pareggio ad opera di Israele. Ben Haim, 28enne attaccante del lo Sparta Praga di Andrea Stramaccioni, risulta pericoloso in due occasioni in contropiede, ma in entrambi i casi viene tenuto a bada dalla retroguardia nostrana. Finisce dunque 1-0 per l’Italia, che non brilla ma perlomeno torna a vincere e blinda il secondo posto nel gruppo G.

ITALIA (4-2-4): Buffon; Conti (dal 49′ Zappacosta), Barzagli, Astori, Darmian; Verratti (dal 90′ Montolivo), De Rossi; Candreva (dall’86’ Bernardeschi), Immobile, Belotti, Insigne. A disp.: Perin, Donnarumma, D’Ambrosio, Rugani, Parolo, Pellegrini, Eder, Bernardeschi, El Shaarawy, Gabbiadini. All. Ventura.

ISRAELE (4-1-4-1): Harush; Keltjens, Ben Haim, Tzedek, Davidzada; Natcho; Melikson (dal 62′ Ben Haim), Kabha, Cohen (dal 77′ Einbinder), Rafaelov; Shechter (dal 69′ Benayoun. A disp.: Glazer, Kleyman, Elhamed, Solomon, Ohana, Danino. All. Levy.

Marcatori: 53′ Immobile (ITA).

Ammoniti: 38′ Cohen (ISR), 86′ Immobile (ITA).

Arbitro: Benoit Bastien (FRA).

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here