Israele vuole il “controllo completo” della terra palestinese

Ad affermarlo è un rapporto delle Nazioni Unite

0
249
Colloqui Israele-Palestina

Un rapporto delle Nazioni Unite afferma che Israele vuole il “controllo completo” della terra palestinese. Dopo l’offensiva militare di Israele del 2021, è stata istituita una commissione di inchiesta per indagare sui possibili crimini commessi dagli israeliani. Il rapporto sarà discusso al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite la prossima settimana.

Israele vuole il controllo della terra palestinese?

Una commissione d’inchiesta indipendente istituita dal Consiglio per i diritti umani della Nazioni Unite ha affermato che Israele vuole il “controllo completo” della terra palestinese. La commissione, istituita dopo l’assalto israeliano del 2021 alla Striscia di Gaza, ha sottolineato che Israele deve fare di più che porre fine all’occupazione della terra.  “La fine dell’occupazione da sola non sarà sufficiente”, afferma il rapporto, che poi sollecita l’adozione di ulteriori azioni per garantire l’uguale godimento dei diritti umani per i palestinesi.

Israele ha cercato di boicottare l’inchiesta

L’inchiesta e il rapporto delle Nazioni Unite sono stati richiesti dopo l’offensiva militare israeliana di 11 giorni nel maggio 2021 durante la quale più di 260 palestinesi a Gaza sono state uccise e 13 persone sono morte in Israele. Il mandato dell’inchiesta includeva indagini su presunte violazioni dei diritti umani prima e dopo l’assalto di Israele contro Gaza, e cercava anche di indagare sulle “cause profonde” del conflitto. Hamas ha accolto favorevolmente il rapporto. Ha anche esortato a perseguire i leader israeliani in quelli che ha definito “crimini” contro il popolo palestinese. Anche l’Autorità Palestinese ha elogiato il rapporto e ha chiesto la responsabilità “in un modo che metta fine all’impunità di Israele”.

Il Ministero degli Affari Esteri israeliano ha invece definito il rapporto “uno spreco di denaro e fatica” che equivaleva a una caccia alle streghe. Israele ha boicottato l’inchiesta, accusandola di parzialità e vietando l’ingresso ai suoi investigatori in Israele e nei territori palestinesi. Gli investigatori hanno così dovuto raccogliere testimonianze da Ginevra e Giordania.


Leggi anche: Israele colpisce obiettivi a Gaza