Israele: presidente sceglierà il candidato che formerà il governo

Il presidente israeliano ha annunciato che la prossima settimana indicherà chi sarà il candidato che sarà incaricato per formare il nuovo governo

0
669
Israele: presidente sceglierà il candidato che formerà il governo

Il presidente israeliano Reuven Rivlin ha annunciato che la prossima settimana inizierà le consultazioni con i vari gruppi politici di Israele nella speranza che finalmente il Paese possa uscire dalla situazione di stallo post-elettorale. Lo scorso 23 marzo i cittadini israeliani sono stati chiamati alle urne per la quarta volta in meno di due anni. L’esito delle elezioni è stato ancora incerto, con il primo ministro Netanyahu che non è riuscito ad ottenere ancora una volta la maggioranza.

Israele: presidente sceglie il candidato per formare il governo?

Il 23 marzo si sono svolte le elezioni in Israele, le quarte in meno di due anni. Ancora una volta l’esito non ha decretato una maggioranza assoluta a nessun candidato e il paese si trova di nuovo nell’incertezza post-elettorale. Ora, il presidente Reuven Rivlin ha annunciato che la settimana prossima inizierà le consultazioni con i vari partiti politici di Israele nella speranza di uscire dalla situazione di stallo. Il presidente dovrà quindi indicare quale leader del partito sarà incaricato a formare il nuovo governo. Per Rivlin non sarà un compito facile. Il Likud del primo ministro Benjamin Netanyahu è il più grande partito unico con 30 seggi. Ma con i suoi tradizionali alleati nazionalisti e ultraortodossi, si è assicurato solo 52 seggi in parlamento. Gli avversari di Netanyahu si sono assicurati 57 seggi.

Non è detto che il candidato favorito sia Netanyahu

L’ufficio di Rivlin ha riferito che terrà due giorni di consultazioni con ciascuna delle parti a partire dal prossimo lunedì. Al termine di questi due giorni, spera di annunciare la sua scelta di formare una nuova coalizione. Il suo primo ministro designato avrebbe quindi fino a sei settimane per elaborare un accordo di coalizione con altri partiti. Il Likud ha ottenuto il maggior numero di seggi alle elezioni, tuttavia Rivlin non ha alcun obbligo legale di incaricare Netanyahu di istutuire un governo e può invece scegliere un altro candidato sulla base delle raccomandazioni dei partiti.


Israele, il paese si prepara a vivere nuove elezioni