Israele e Arabia Saudita: il vertice segreto

0
412

Vertice segreto tra Israele e Arabia Saudita. Secondo la stampa israeliana Netanyahu e il direttore del Mossad avrebbero incontrato il principe ereditario saudita. Ciò potrebbe portare ad un’importante svolta storica negli equilibri mediorientali.

Israele-Arabia Saudita: una svolta storica?

Secondo i media israeliani i rapporti tra Israele e Arabia Saudita potrebbero riprendere presto. I principali media israeliani riferiscono di una riunione segreta avvenuta il 22 novembre. Il presidente Benjamin Netanyahu, in compagnia di Yossi Cohen, capo del Mossad, avrebbe partecipato a un incontro con il principe saudita Mohammed bin Salman. Secondo le indiscrezioni al vertice segreto sarebbe stato presente anche il segretario di stato Usa Mike Pompeo. L’incontro avrebbe avuto luogo nella città saudita di Neom, sul mar Rosso.

Israele e Arabia saudita: un nuovo equilibrio in Medio Oriente?

La notizia del vertice di Neom si inserisce in un periodo di forti cambiamenti politici in Medio Oriente. Già diversi stati arabi sarebbero pronti a riallacciare rapporti diplomatici con Israele. I grandi progressi dei mesi scorsi fanno ben sperare ad un nuovo equilibrio nella zona. Un processo che potrebbe portare, finalmente, alla fine della storica rivalità tra Israele e stati arabi.

Un incontro di portata storica

Gli analisti internazionali sono concordi nel sottolineare l’importanza dell’incontro tra Israele e Arabia Saudita. Il vertice di lunedì si inserisce nel quadro della ripresa dei rapporti tra lo stato ebraico e alcuni paesi ormai ex nemici. Negli scorsi mesi, infatti, altri paesi mediorientali avevano abbandonato l’ostilità contro Tel Aviv. Il Sudan, eterno nemico di Israele, poco tempo fa aveva annunciato di riconoscere lo stato ebraico. Emirati Arabi Uniti e Bahrain con gli “Accordi di Abramo” avevano aperto lo spazio aereo ai voli israeliani. Anche Oman e Kuwait potrebbero presto dare inizio a rapporti bilaterali con lo stato ebraico.

L’importanza dei rapporti tra Israele e Arabia Saudita

La futura normalizzazione dei rapporti tra Israele e Arabia Saudita cambierà gli scenari geopolitici in Medio Oriente. Riad ha infatti una forte influenza su molti stati mediorientali, nordafricani e dell’Asia meridionale. Questi paesi, sotto la spinta saudita, potrebbero in futuro dare inizio a relazioni bilaterali con Tel Aviv. Secondo Pompeo, altri stati arabi potrebbero presto ripristinare i rapporti bilaterali con Israele

Un’alleanza contro l’Iran?

La ripresa dei rapporti tra i due paesi potrebbe portare importanti risultati sul piano geopolitico. Entrambi gli stati, infatti, considerano l’Iran una minaccia. Nei mesi scorsi Israele aveva annunciato la volontà di collaborare con Riad per fermare Teheran. L’aggressività iraniana infatti, minaccia sia la sopravvivenza di Israele che la sicurezza degli altri stati dell’area mediorientale. Un accordo tra Tel Aviv e alcuni stati arabi, porterebbe all’isolamento dell’Iran, rendendo il Medio Oriente più sicuro.

Firma Accordi di Abramo: Israele, Emirati e Bahrain

Commenti