Isole “minori” in Grecia: bellezza poco citata

Alla scoperta delle piccole isole della Grecia

0
302
Isole minori

Isole “minori”? Che cosa intendiamo? Parliamo di centinaia di piccole isole a forma di farfalla e a forma di cavalluccio marino della Grecia. Questi territori anche se poco conosciuti hanno bellezze incommensurabili. Difatti ospitano svettanti cittadelle e preziosi posti persi in una Grecia senza tempo.

Quali sono le isole “minori” della Grecia?

Agistri, Astypalaia, Monemvasia, Milos, Patmos e Nisyros sono i nomi delle piccole isole poco conosciute della Grecia. Questi luoghi però hanno atmosfere paradisiache e qui la bellezza spicca nell’incontro di mare limpidissimo e natura incontaminata. Agistri è una piccola isola ricoperta di pini e si trova nel Golfo Saronico ma oscurata dalla più nota Egina. Il significato di Agistri è “amo da pesca”, il territorio invece è un microcosmo di bellezza e natura.

Astypalaia e Monemvasia

Astypalaia si posiziona nella parte più a ovest dell’arcipelago del Dodecaneso. L’isola assomiglia ad una farfalla e la capitale Chora è un labirinto di case bianche cubiche. Asypalaia vanta la sede dei più antichi graffiti omeorotici conosciuti al mondo. Quando parliamo di Monemvasia invece parliamo di un’isola sulla costa del Peloponneso. Si trova a poche ore di auto a sud di Atene ed è nota ai più come “isola del castello bizantino”. Difatti la fortezza qui presente ha un groviglio di case antiche, stradine acciottolate e minuscole cappelle. Oltre a questi elementi però troviamo anche caffè e negozietti sparsi un po’ qui e un po’ là.

Isole “minori” della Grecia: la bellezza di Milos

Milos è bellissima. Ha una forma simile a quella del ferro di cavallo e la sua origine è vulcanica. Il territorio pullula di spiagge con fondali di scogliere multicolori e acqua con verdi e azzurri cristallini. Tutte le formazioni geologiche di Milos derivano da eruzioni sottomarine probabilmente di tre milioni di anni fa. Dai fondali è emerso un caleidoscopio di formazioni rocciose e faraglioni la cui magnificenza è sbalorditiva.

Patmos e Nysiros

Avvolta dal mito e dal mistero, Patmos emerse dalle acque secondo il volere della dea della luna Selene. Patmos ha la forma di un cavalluccio marino il cui muso termina in spiagge meravigliose. A 13 ore dal Pireo abbiamo Nysiros. Inoltre quest’isola ospita un antico monastero e la città portuale di Mandraki. Qui ci sono anche villaggi di montagna che si nascondono tra i crateri vulcanici del posto.


Crociere: le 7 destinazioni top dell’estate 2019

Viaggio in Grecia? Ecco 19 isole da visitare


Commenti