Il cinema torna protagonista a Roma.

0
622

L’ Isola del Cinema. Roma, Isola Tiberina 17 Giugno – 3 Settembre 2017.

Roma, Città Creativa. Questo il titolo scelto per la ventitreesima edizione, che porta la firma di Giorgio Ginori (direttore artistico del festival). Numerosi i partner istituzionali di cui si avvale l’ evento: Roma Capitale Assessorato alla Crescita Culturale, Comunità dei Fatebenefratelli, Comunità di Sant’ Egidio e Centro di Cultura Ebraica il Pitigliani, oltre alle collaborazioni con le Ambasciate e gli Istituti di Cultura dei Paesi ospitati ogni anno nell’ ambito della sezione dedicata alla cinematografia estera.

Come da copione, il programma prevede tre mesi di intensa programmazione con anteprime cinematografiche, approfondimenti sulla cinematografia italiana e internazionale, oltre a tanti eventi culturali collaterali. Tre gli spazi dedicati alle proiezioni: l’Arena Groupama, il Cinelab e lo Spazio Q8, quest’ultimo dedicate alle proiezioni gratuite.

Filo conduttore del festival saranno i Paesi dell’Est del mondo, un viaggio ideale che partendo dall’ Australia attraversa l’Oriente per giungere ai paesi balcanici, toccando il Giappone, la Cina, la Corea del Sud e Israele con tre grandi anteprime: “Goldstone” di Ivan Sean, 2016 Australia,  “Operation Chromite” di John H. Lee , 2016 Corea , “The 90 Minutes War di Eyal Halfon”, 2016 Israele Germania.

Vecchie conoscenze del festival come l’ European Women Filmmaker, iniziativa dedicata alla cinematografia femminile giunta alla sua terza edizione, che quest’anno vede le cineaste tedesche protagoniste. Fuoco sul Reale, spazio dedicato al genere documentaristico. Cinema e Libri con la Direzione Artistica di Giovanni Fabiano. L’Isola dei poeti con i reading di poesie a cura di Roberto Piperno, Francesca Farina ed Agostino Raff. Due le mostre realizzate sull’ Isola Tiberina in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia Cineteca Nazionale. La prima dedicata ai Luoghi di Roma nel Cinema, e la seconda sul magico rapporto tra grande schermo e arte culinaria, Cinema e Cibo.

Novità assoluta di questa edizione è il progetto dedicato al Cinema immersivo, il primo festival in Italia dedicato alla Realtà Virtuale a 360°, ideato da Mariangela Matarozzo che sarà inaugurato con la proiezione di “No Borders” di Haider Rashid, alla presenza del cast e del produttore. Tra gli eventi speciali anche Raffaello –  Il Principe delle Arti, un progetto di Sky, Musei Vaticani e Nexo Film. Un film d’arte che verrà presentato il 31 luglio alla presenza di Cosetta Lagani (Direzione Artistica), Francesco Frigeri (scenografo) e l’attore Enrico Lo Verso (nel ruolo di Giovanni Santi, pittore e padre di Raffaello).

Non mancherà lo spazio per il sociale con il progetto MigrArti, concepito per favorire la conoscenza di chi sono gli immigrati e i nuovi italiani che vivono nel nostro Paese. Oltre alla rinnovata collaborazione del Fatebenefratelli, con il prezioso supporto di Rai Cinema, che dal 2010 offre ai pazienti dell’ospedale la possibilità di vedere alcuni film e, come per tutto il pubblico dell’Isola TIberina, di poterne incontrare i protagonisti. In programma, inoltre, una sezione dedicata a Disabilità ed accessibilità che, oltre ad un servizio di ascensori per permettere al pubblico non deambulante di poter accedere all’ Isola, da quest’anno, grazie alla App MovieReading, sarà possibile permettere alle persone non vedenti o prive di udito, di fruire a pieno della programmazione.

Si proverà inoltre a conoscere e valorizzare le diverse espressioni artistiche e culturali presenti sul territorio grazie al progetto Municipi sull’ Isola Tiberina, spazi che si offriranno a performance, progetti e presentazioni di idee, che avranno come tema centrale la cultura e la creatività. E, poiché Roma, città creativa lo diventa davvero se si fa promotrice e centro di diffusione di proposte culturali ed espressioni artistiche, non manca quest’anno il concorso di cortometraggi Mamma Roma e i suoi Quartieri, rivolto a tutti quei giovani appassionati di cinema, che vogliono avvicinarsi al mondo dell’audiovisivo con la regia di un cortometraggio che abbia come tema centrale i quartieri di Roma.