«Con altre due espulsioni sono stati mandati via dall’Italia due fratelli tunisini: Jouini Ghazi, di 29 anni – che si trovava a Verona ed era in Italia senza permesso di soggiorno – molto attivo sul web con pubblicazioni e consultazioni di materiale di matrice jihadista, e il fratello di 30 anni, Mohamed – in attesa della definizione della procedura di emersione – che, con il fratello, condivideva circuiti relazionali nella chiave di una radicale interpretazione del credo islamico».

Lo rende noto il ministro dell’Interno Angelino Alfano sottolineando che «le espulsioni rispondono concretamente al processo di depotenziamento di quella rete di collegamenti che, soprattutto via internet, possono rappresentare fonti di rischio di qualsiasi livello».

«L’impegno e il lavoro delle Forze di Polizia, integrato dal prezioso contributo delle Agenzie di Sicurezza, sono incessanti e si basano anche su rapporti di collaborazione internazionale, perché nessun Paese, oggi, può dirsi a rischio zero», aggiunge Alfano ricordando che, da dicembre a oggi, sono arrivati a 32 i soggetti espulsi legati in qualche modo all’estremismo islamico.

Condividi e seguici nei social

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here