Gli Iron Maiden hanno realizzato uno Show Senza Eguali.

 

 

 

 

Ore 21:15 del 16 giugno, hanno da poco finito di suonare gli Helloween, ecco che parte l’Intro che apre ogni concerto degli Iron Maiden: Doctor Doctor degli UFO.

L‘adrenalina sale, il pubblico inizia a scaldarsi.

Dai maxi schermi appare il video del discorso di Churchill che apre la prima canzone della serata, Aces High. Come previsto le ugole dei fan si fanno sentire.

Bruce Dickinson
Bruce Dickinson

Vedere Bruce, Steve, Dave, Adrian, Janick e Nicko saltare e muoversi come se avessero vent’anni è stato incredibile. C’era un’atmosfera diversa dai loro soliti concerti, Bruce ha dato fondo a quante più energie possibili.

Sono sempre stati molto teatrali, sempre molto energici, ma sabato c’era qualcosa d’inspiegabile.

La scaletta è stata corposa, conteneva anche Flight of Icarus, un brano che da molto tempo non veniva suonato live. In tutto hanno suonato 16 brani, le migliori perle del loro repertorio.

Due ore di sano e puro divertimento.

La straordinarietà di questa band è quella di catturare, di farti sentire parte del suo mondo, di incantarti con le immense scenografie o con la lotta fra il gigante Eddie (la mascotte) e Bruce.

Un’interpretazione teatrale, e quando il pubblico si sente coinvolto, si sente parte di un qualcosa, non può che gonfiarsi il petto e dire “Io ci sono e ne faccio parte“.

Anche in questa serata molti i bambini (Concerti e Bambini: Si o No?) presenti che si divertivano e ballavano sulle note degli Iron Maiden. Si è creata un’atmosfera calda e accogliente.

Un momento davvero bello è stato quando Dave Murray, Steve Harris, Adrian Smith e Janick Gers, si sono affiancati suonando sul lato di un palco, dall’altro c’era Bruce Dickinson ed in mezzo, per ovvi motivi, Nicko McBrain.

Uno spazio tanto grande riempito di sola musica ed energia.

Alla fine del concerto Bruce era visibilmente affaticato e zuppo di sudore, segno inconfondibile di chi non si risparmia. Anche i suoi cambi d’abito non son mancati.

Sei uomini, anzi, sei artisti che, nonostante non siano dei giovincelli, saltavano e si muovevano con un’agilità incredibile.

Sicuramente  è stato uno dei concerti più belli che abbiano mai fatto. Anche i vari commenti ascoltati dopo il post concerto, mentre ci si avviava verso l’uscita, sono stati più che positivi, si sentiva davvero tanta emozione.

La serata si chiude con Run To The Hills, seguita da Always Look on the Bright Side of Life di Monty Python sparata dagli amplificatori.

 

Setlist:

  • Doctor Doctor (Intro nonchè canzone degli UFO)
  • Dicorso di Churchill (su video)
  • Aces High
  • Where Eagles Dare
  • 2 Minutes to Midnight
  • The Clansman
  • The Trooper
  • Revelations
  • For the Greater Good of God
  • The Wicker Man
  • Sign of the Cross
  • Flight of Icarus
    Fear of the Dark
  • The Number of the Beast
  • Iron Maiden

Bis:

  • The Evil That Men Do
  • Hallowed Be Thy Name
  • Run to the Hills
  • Always Look on the Bright Side of Life
  • (Monty Python song)

Articolo Correlato: Helloween: Firenze Rocks 2018

 

“His eyes are ablaze,

See the madman in his gaze.

Fly, on your way, like an eagle,

Fly as high as the sun,

On your way, like an eagle,

Fly and touch the sun.”

(Flight of Icarus)

 

 

 

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here