Iran: confermati primi decessi nelle proteste per la morte di Mahsa Amini

0
281
Proteste Mahsa Amini: USA sanzionano la polizia morale

Sono stati confermati i primi decessi durante le proteste in Iran per la morte della giovane donna Mahsa Amini. Le autorità iraniane hanno anche riferito che diverse persone sono state arretate. Tra queste vi sono anche dei cittadini stranieri.

Proseguono le proteste in Iran per la morte di Mahsa Amini

Continuano le proteste in Iran per la morte della giovane donna Mahsa Amini. Durante le proteste si sono verificati numerosi scontri tra i manifestanti e le forze di sicurezza.  Le autorità iraniane hanno riferito che sono state arrestate diverse persone, senza specificare però in numero di arrestati. Il governatore di Teheran Mohsen Mansouri ha riferito che tra gli arrestati c’erano anche dei cittadini stranieri.  

Iran: confermati primi decessi nelle proteste

Il governatore della provincia del Kurdistan nord-occidentale, Esmail Zarei Kousha, ha confermato le prime vittime durante le proteste. Kousha ha però sottolineato che le tre persone sono state uccise da elementi anti-establishment. Il governatore ha affermato che le tre persone sono morte “in modo sospetto” durante le proteste illegali degli ultimi giorni. “Le indagini hanno dimostrato che queste persone sono state uccise a colpi di arma da fuoco da coloro che lavoravano contro l’establishment e con armi da fuoco che non sono impiegate da alcun livello di sicurezza o forze dell’ordine nella provincia”, ha detto.  Secondo il governatore, una persona è morta a Divandareh, un’altra è stata lasciata in un’auto vicino ad un ospedale di Saqqez e si indaga su una terza morte “sospetta”.


Leggi anche: Iran: proseguono le proteste per la morte di Masha Amini