iPhone 12: prime indiscrezioni su design e connettività 5G

0
2034
Prime indiscrezioni su iPhone 12.

L’iPhone 11 è stato ufficialmente presentato a settembre e da pochissimo è approdato sul mercato. Nonostante ciò, in attesa di conoscere i primi dati relativi alle vendite, sembra che Apple stia già lavorando al prossimo modello da mostrare al pubblico negli ultimi mesi del 2020. Di conseguenza, diversi operatori ed esperti del settore della telefonia mobile e delle tecnologie applicate ad essa, stanno già diffondendo i primi rumors relativi a quelle che potrebbero essere le principali caratteristiche e novità del nuovo melafonino (definito provvisoriamente iPhone 12) che arriverà tra un anno.

Apple: iPhone 11 Pro è ufficiale

Innanzitutto, dagli Stati Uniti si apprende della probabile intenzione dell’azienda di Cupertino di produrre un iPhone 12 innovativo nel design, poiché in questi ultimi anni ci si è discostati ben poco dalle peculiarità estetiche dell’iPhone X, molto apprezzate dai clienti di tutto il mondo. Ad esempio, stando ad alcuni rumors, pare che lo smartphone del prossimo anno possa avere uno schermo a 120Hz, sulla scia dei ProMotion di iPad Pro. La grande novità però dovrebbe arrivare dal pannello che potrebbe essere OLED e non LCD come quelli degli iPad. Qualora queste voci dovessero essere confermate, si tratterebbe di un importante passo in avanti per i dispositivi mobili della società statunitense, poiché fino ad ora la maggior parte ha sempre presentato dei display da 60Hz.

Apple: primi rumors sui prossimi iPhone attesi per il 2020.

I monitor da 120Hz non rappresentano una novità assoluta per il mondo Apple. Questi, infatti, sono stati introdotti per la prima volta nel 2017 ma esclusivamente per iPad Pro da 10,5 pollici e per il modello da 12,9 pollici. L’implementazione di questa tecnologia è importante perché consente un sensibile miglioramento della reattività del display agli input provenienti dai movimenti effettivi. Di conseguenza lo scorrimento sulle pagine e lo scroll sul web risultano più fluidi e veloci.

Si ritiene che la multinazionale di Cupertino stia decidendo di rompere gli indugi per non farsi trovare impreparata e soprattutto in ritardo rispetto alla concorrenza. Al momento sul mercato sono disponibili degli smartphone che hanno dei monitor a 90Hz come Google Pixel 4. Invece Asus Rog è stato il primo modello in assoluto a presentare gli schermi OLED a 120Hz. Tutto ciò dimostra che si tratta di un’innovazione già messa a punto da altre società che hanno deciso di commercializzarla, e ciò dovrebbe indurre anche Apple a fare un ulteriore salto di qualità a partire da iPhone 12 per non cedere il passo ai competitor diretti.

iPhone 12: si lavora a connettività 5G

Proseguendo con le prime indiscrezioni sulle (presunte) caratteristiche e novità dell’iPhone 12, da un recente report divulgato da Nikkei si evince che da Cupertino starebbero pensando di introdurre a tutti gli effetti un supporto per la connettività 5G. Ovviamente, per far sì che ciò accada, sarà necessario implementare un modem che consenta ai melafonini di accedere alla rete 5G a partire dal 2020. Il suddetto documento rivela che dovrebbe trattarsi proprio dello Snapdragon X55 presentato al pubblico nei primi mesi di quest’anno.

iPhone 12 e probabile connettività 5G.

Inoltre Apple avrebbe già intenzione di spedire per il 2020 circa 80 milioni di iPhone 12 con connettività 5G nei principali mercati mondiali. Questo sarebbe un segnale importante, poiché vorrebbe dire che l’azienda americana punterebbe molto su quest’importante evoluzione dei suoi dispositivi per incrementarne le vendite. Snapdragon X55, del resto, attualmente viene considerato come uno degli elementi più affidabili per la connessione alle reti 5G, giacché riesce sia ad agganciare le bande sub 6GHz, sia ad utilizzare le onde millimetriche che fanno da supporto alle bande FDD e TDD. Infine è anche perfettamente funzionante in modalità SA-NSA.