iPhone 11, attesi per settembre tre modelli: indiscrezioni e probabile data di presentazione

0
650
iPhone 11: probabile data di presentazione e anticipazioni.

Come ad ogni anno, anche per questo 2019 cresce l’attesa per la presentazione da parte di Apple dei suoi nuovi dispositivi mobili, che al momento vengono chiamati dall’opinione pubblica e dagli addetti ai lavori iPhone 11, ma che quasi certamente avranno un’altra denominazione. Sarà un appuntamento importante per il colosso di Cupertino, perché i dati di vendita del 2018 non sono stati entusiasmanti, e soprattutto perché è emersa la tendenza, fra i clienti, a non acquistare più i nuovi device se ne hanno già di recenti, giacché ultimamente risultano tutti piuttosto simili tra di loro. Dunque, i vertici dell’azienda californiana dovranno cercare di sorprendere gli utenti con i prossimi modelli.

Ovviamente più si avvicina il momento dell’evento ufficiale di presentazione dei nuovi iPhone 11, più piovono indiscrezioni e rumors su quelle che dovrebbero essere le loro caratteristiche. Il portale specializzato 9to5mac ha fatto un po’ il punto su quanto dovrebbe accadere dopo le vacanze estive, anticipando alcune delle novità che Apple dovrebbe mostrare al suo pubblico. Innanzitutto i nuovi modelli dovrebbero essere tre e dovrebbero montare l’innovativo chip Apple A13 che dovrebbe avere come nome di codice Cebu.

Cinque cose da sapere sugli iPhone 2018

Sui nomi dei melafonini che verranno immessi sul mercato in questo 2019 non ci sono ancora notizie ufficiali, ma pare che l’iPhone XS sia destinato ad essere sostituito dalla sigla D42, mentre l’erede di XS Max dovrebbe chiamarsi D43. Invece, per quanto riguarda il successore di XR, circola il codice N104. Tuttavia non si esclude che, come nome commerciale, per non far perdere ai clienti la «familiarità» con i prodotti della società americana, si possa utilizzare un più semplice iPhone 11.

iPhone 11: rumors su caratteristiche tecniche.

Passando alle caratteristiche tecniche, D42 e D43 dovrebbero avere dei display Retina OLED, mentre il più economico N104 dovrebbe montare un Liquid Retina LCD proprio come avviene per l’attuale iPhone XR. Dovrebbe essere presente su tutti e tre i melafonini la porta Lightning, anche se continuano a circolare voci secondo cui questa potrebbe essere rimpiazzata con una porta USB Tipo-C. Inoltre una grande novità potrebbe arrivare sul device meno costoso, per il quale ci potrebbe essere la possibilità di inserire la doppia SIM, poiché gli analisti di Cupertino avrebbero riscontrato soprattutto sul mercato americano una certa tendenza degli utenti nell’acquistare smartphone con questa caratteristica.

iPhone 11: anticipazioni sulle fotocamere

Ovviamente tra le novità più attese dal pubblico ci sono quelle relative al comparto fotocamera. Molto probabilmente, soprattutto i modelli D42 e D43 dovrebbero presentare una tripla-camera inserita in un piccolo modulo di forma quadrata. Del resto, sotto questo aspetto, Apple sembra un po’ in ritardo rispetto alla concorrenza, se si pensa che Huawei P20 Pro e LG V40 sono già da tempo in vendita con tre sensori fotografici. Ancor di più ha fatto Samsung, che addirittura con il Galaxy A9 ha proposto un poker di fotocamere, mentre HMD Global ha sorpreso tutti con il Nokia 9 dotato di cinque camere.

Tornando agli iPhone 11, tramite il ricorso ad un sensore grandangolare si dovrebbe dare il via libera alla funzione Smart Frame, in grado di catturare un’area maggiore rispetto a quella normalmente inquadrata con fotografie e video, che dovrebbe permettere al cliente di regolare e gestire al meglio l’inquadratura, apportando anche eventuali correzioni automatiche di ritaglio e prospettiva. Queste modifiche non sarebbero permanenti, poiché dopo un breve lasso di tempo si cancellerebbero automaticamente per questione di privacy. Infine, per quanto riguarda i video, sarebbe in arrivo la slow-motion a 120 frame al secondo.

iPhone 11: indiscrezioni sulla fotocamera.

Con la presentazione degli iPhone 11, l’azienda di Cupertino quasi certamente proporrà per l’ultima volta un dispositivo mobile con display LCD, infatti dal 2020 dovrebbero essere prodotti melafonini solo in OLED. Questa tecnologia, infatti, è molto più performante per contrasto e riproduzione dei colori, essendo i pixel autoilluminanti, quindi privi dell’aggiunta di una serie di luci LED per garantire la retroilluminazione.

Intanto sono già partite le previsioni in merito a quella che dovrebbe essere la data fatidica in cui verranno mostrati al mondo i melafonini del 2019.

Presentazione nuovi iPhone: le probabili date

Oltre alle caratteristiche tecniche dei nuovi melafonini, gli appassionati stanno cominciando a chiedersi quale sarà il giorno prescelto dalla Apple per organizzare il suo consueto evento durante il quale, oltre agli iPhone 11, verranno mostrate le versioni definitive di iOS13, macOS 10.15 e watchOS 6. Inoltre Tim Cook potrebbe far vedere le prime immagini dei nuovi iPad, nonché l’atteso MacBook Pro 16″.

Per provare a farsi un’idea del giorno fatidico in cui si potranno seguire le presentazioni dei nuovi prodotti e tecnologie della società californiana, bisogna fare riferimento ad alcune abitudini dell’azienda americana. Innanzitutto, storicamente Apple organizza le conferenze stampa per i nuovi iPhone di martedì o mercoledì e sempre nel mese di settembre. A questo punto, guardando il calendario, le date disponibili sono 3-4-10-11-17-18. Da scartare le prime perché cadono troppo all’inizio del mese, e sicuramente l’11 settembre perché è il tragico anniversario degli attentati terroristici del 2001.

iPhone 11: la presentazione si potrebbe tenere il 10 settembre.

Restano in lizza, dunque, 10-17-18. Questi ultimi due giorni però si dovrebbero scartare perché finirebbero per non avere alcuna incidenza sulla trimestrale che terminerà il 30 settembre. Dunque, a conti fatti, in pole-position come probabile data per l’evento che farà conoscere a tutti i fan di Apple i nuovi iPhone 11 c’è quella del 10 settembre.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here