Io la chiamo Birmania: stuprata da un mondo che guarda

0
297
Io la chiamo Birmania

Io la chiamo Birmania. Continuo a chiamarla così perchè sembra che il cambio del nome abbia lavato le vostre coscienze dai delitti già commessi. Infamia sotto gli occhi di tutti. Cosi carico di rabbia voglio chiamarla: Birmania.

Io la chiamo Birmania ma forse voi avete paura di ricordare quanto è già sta stuprata?

Il mondo guarda mentre i golpisti uccidono la gente. Non vi elencherò quello che hanno fatto negli ultimi giorni, per quello ci sono gli articoli della nostra Simona Lazzari a gridare. Io sono qui per ricordarvi, mentre guardo le foto di mamme piangenti i loro figli, di quanto i potenti di questa terra mi fanno vomitare. Non ha importanza se i grandi prendano o no in considerazione questo articolo, so per certo che verrà ascoltato dell’universo e dalla sua essenza. Mr. Biden, Mr. Putin, Mr. Draghi, Mr. Macron, Mr. Xi Jinping: mi fate vomitare. Io la continuo a chiamare Birmania, e lo faccio nel ricordarvi che c’è stato un colpo di stato, nel ricordarvi che manifestanti pacifici vengono uccisi dai golpisti. La Birmania non ha nulla, forse è per questo che non intervenite? Addirittura sua Santificazione Francesco I avrà speso a mala pena due parole. Ma certo quelli non sono cattolici. La Birmania è povera: forse è per questo che non intervenite? Non è strategica: forse per questo non intervenite? La Birmania ha una guerra intestina trentennale e nessuno la ferma: mi fate vomitare!


Myanmar: il Giorno della vergogna, 114 morti


Signore e Signori vi presento la Birmania

Il conflitto intestino viene generalmente diviso in tre parti: le insurrezioni durante il periodo post-indipendenza sotto il governo parlamentare (1948–1962). Le insurrezioni dopo il colpo di stato del 1962 del governo socialista sotto il governo del generale Ne Win e del Partito Socialista della Birmania (1962–1988). Le insurrezioni durante l’era post guerra fredda, dapprima sotto l’amministrazione della dittatura militare (1988–2011) ed oggi sotto il governo democratico civile. Oggi, dopo libere elezioni, ecco il colpo di stato: militari uccidono civili. Uomini, donne e addirittura bambini vengono scannati come vitelli. Uomini pacifici che rivendicano solo il diritto al governo eletto, vengono uccisi. Donne pacifiche che rivendicano solo il diritto al governo eletto, vengono uccise, con loro anche i figli. Mr. Biden, Mr. Putin, Mr. Draghi, Mr. Macron, Mr. Xi Jinping, Francesco I: mi fate vomitare. Io la chiamo Birmania perché la Birmania ha perso già il suo sangue nella vostra indifferenza. E mentre voi vi arricchite lucrando sui vaccini e l’economia che ne deriva: in Birmania la gente muore. L’universo ascolta quindi dico: Mr. Biden, Mr. Putin, Mr. Draghi, Mr. Macron, Mr. Xi Jinping Papa Francesco: mi fate vomitare.

Commenti