Invasione dell’Ucraina: la reazione dei leader mondiali

0
309
Guerra Russia-Ucraina: l’Ucraina ha vinto la “Battaglia di Kharkiv”

È iniziata l’invasione russa dell’Ucraina. I leader mondiali hanno condannato la decisione del presidente russo Vladimir Putin.  

Invasione dell’Ucraina: cosa hanno detto i leader mondiali?

Dopo che il presidente russo Vladimir Putin ha dato il via ad un’azione militare in Ucraina, è giunta una ferma condanna da parte della comunità internazionale.  “Deploriamo la perdita di vite umane e la sofferenza umanitaria. L’UE e i suoi Stati membri sono pronti a fornire urgentemente una risposta di emergenza umanitaria. “Chiediamo alla Russia di rispettare il diritto umanitario internazionale. L’UE sostiene fermamente l’Ucraina e il suo popolo nell’affrontare questa crisi senza precedenti. L’Unione europea fornirà ulteriore assistenza politica, finanziaria e umanitaria”, hanno dichiarato in una nota congiunta il presidente del Consiglio Ue Charles Michel e la presidente della Commissione Ursula von der Leyen.

L’Alto rappresentante per gli affari Esteri dell’UE, Josep Borrell, ha affermato che l’attacco della Russia all’Ucraina è stato classificato tra le “ore più buie per l’Europa” in quasi 80 anni. Borrell ha poi promesso “assistenza urgente all’Ucraina“, oltre a sostenere gli sforzi di evacuazione, compreso il personale dell’UE. Parlando al fianco della presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen, Borrell ha affermato che le misure punitive del blocco dei 27 membri contro la Russia saranno “il pacchetto di sanzioni più severo che sia mai stato implementato”.

Johnson e Kishida

Il primo ministro britannico Boris Johnson ha parlato di “un’ora oscura” per l’Ucraina, evocando di fatto una celebre frase di Winston Churchill. L’invasione russa dell’Ucraina “scuote le fondamenta dell’ordine internazionale, che non consente tentativi unilaterali di cambiare lo status quo”, ha detto Johnson. Il premier britannico ha poi affermato di essere “inorridito” dall’attacco russo. Per Johnson, Putin ha scelto la strada del bagno di sangue e della distruzione”.  Il premier giapponese Fumio Kishida, ha invece detto che Tokyo “condanna fermamente la Russia”.Coordineremo gli sforzi con la comunità internazionale, compresi gli Stati Uniti, e affronteremo questo problema rapidamente”, ha aggiunto.

Le parole del premier australiano Morrison

Il primo ministro australiano Scott Morrison ha definito “brutale” e “immotivata” l’invasione russa dell’Ucraina, mentre ha annunciato nuove sanzioni contro altre 25 persone e quattro istituzioni finanziarie. “Denunciamo quelle che sono le azioni ostili unilaterali in Ucraina. La Russia sta violando in modo palese il diritto internazionale e la Carta delle Nazioni Unite. La Russia ha scelto la guerra”, ha detto Morrison. “Insieme alla comunità internazionale, ci stiamo unendo in termini forti per condannare questi atti oltraggiosi nei termini più forti possibili“, ha continuato. Morrison ha poi detto che le nuove sanzioni prenderanno di mira i comandanti dell’esercito, i viceministri della difesa e i mercenari russi “responsabili dell’aggressione non provocata e inaccettabile“, nonché le imprese coinvolte nello sviluppo e nella vendita di tecnologia e armi militari. “Dobbiamo assicurarci che ci sia un costo per questo comportamento violento, inaccettabile ed egregio… ci deve sempre essere un costo per tale violenza riprovevole. Questo è un agghiacciante promemoria del mondo in cui viviamo e dove le minacce e l’aggressione dei bulli e di coloro che cercano di intimidire gli altri per cercare il proprio vantaggio… sono una realtà“, ha concluso Morrison.

Macron e Scholz

Il presidente francese Emmanuel Macron ha affermato che la Russia deve “immediatamente” porre fine alle operazioni militari in Ucraina. “La Francia condanna fermamente la decisione della Russia di dichiarare guerra all’Ucraina. La Russia deve terminare immediatamente le sue operazioni militari. La Francia è solidale con l’Ucraina. Stiamo con gli ucraini e stiamo lavorando con i suoi partner e alleati per porre fine alla guerra“, ha detto il presidente francese. Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha invece definito l’operazione militare russa “una violazione eclatante” del diritto internazionale.”La Germania condanna con la massima fermezza questo atto senza scrupoli del presidente Vladimir Putin, la nostra solidarietà va agli ucraini” ha scritto in un comunicato.

Invasione dell’Ucraina: cosa ha detto Lukashenko?

Il presidente della Lituania ha dichiarato di aver firmato relativo all’introduzione di uno stato di stato nel paese a causa della situazione in ucraina e ha chiesto al parlamento di approvarlo. Il presidente bielorusso Lukashenko ha dichiarato che l’esercito bielorusso non sta partecipando all’invasione russa dell’Ucraina.


Leggi anche: I legislatori USA condannano la decisione di Putin