La linea verde avanza anche nel tennis, i vincitori della settantaquattresima edizione degli Internazionali d’Italia BNL 2017 sono due ragazzi classe ’94 e ’97 che da promesse si stanno affermando già come vincitori nonostante la giovane età.

Il fratello minore Zverev è riuscito a sconfiggere il n°2 del mondo Djokovic in due set con il punteggio di 6-4 6-3, nel primo il tedesco è riuscito a portare a casa il break sul 6-4 anche attraverso 20 punti su 26 dal servizio e 5 ace. Nel secondo Nome ha provato a reagire tenendo il servizio sul 2-1 ma nel terzo game Zverev conquista una palla break sul 30-30 grazie ad un gratuito del serbo (che becca anche un warning), poi riesce a tenere il servizio fino al 6-3 finale.

Il ventenne tedesco è il più giovane vincitore del torneo e grazie al successo contro Djokovic raggiunge la decima posizione del ranking ATP; nonostante la sconfitta però Djokovic annuncia che prenderà Agassi come coach per i prossimi anni, i due si incontreranno a Parigi dove parleranno del futuro e degli obiettivi comuni. Ecco le sue parole nella conferenza stampa della finale: “Ho parlato con lui al telefono nelle ultime due settimane e abbiamo deciso di riunirci a Parigi. Siamo entrambi eccitati dal fatto di lavorare insieme e vedere dove ci porta. Non abbiamo alcun impegno a lungo termine, cerchiamo di conoscerci un po’ a Parigi, dove non resterà per l’intero torneo. Dovrà rimanere solo per un certo tempo, e dopo sapremo cosa succederà”

Nella finale femminile Simona Halep ha dovuto cedere il trofeo alla ventiduenne ucraina Elia Svitolina che è riuscita a vincere in rimonta: il primo set è favorevole alla rumena che si impone per 6-4 ma nel secondo subisce la rimonta dell’avversaria che si porta sul 7-5, nell’ultimo set la giovane ucraina riesce a chiudere i conti addirittura con un 6-1 che sancisce la sua prima vittoria in un master 1000 da professionista.

 

Commenti