Inter, l’ottimismo di Steven Jindong: “i Misters”

0
362

Indubbiamente sono loro i protagonisti della nuova Inter: Mr. Steven Zhang Jindong e Mister Spalletti, che dopo due mesi sembrano aver già riportato la squadra ad un buon livello.

Il presidente, grazie alla costante partecipazione fisica in ogni momento; l’allenatore, per la sua abilità di trovare la chiave di lettura dei problemi interni, riuscendo a risolverne celermente una buona parte.

Steven, sembra un presidente in pectore, nominato dal padre, ma in realtà già con pieni poteri di firma; anzi l’unico a goderne di speciali rispetto agli altri dirigenti della società.

Spalletti, manifesta apertamente il suo entusiasmo, settimana dopo settimana, per aver intrapreso l’esperienza nerazzurra.

E in effetti, i risultati, sono sotto gli occhi di tutti, nonostante qualche incredulo disfattista, convinto più dalle arti esoteriche del tecnico di Certaldo che dalla bontà del suo lavoro sul campo.

Ma dieci giornate di campionato hanno ampiamente dimostrato tutto ciò che il mister, in prima persona, e i giocatori, si aspettavano concretamente.

Icardi sta proseguendo magnificamente il suo compito di capitano e bomber della squadra, Perisic ha rinnovato, saldando un patto con Spalletti, e la società ha rispettato gli impegni finanziari con l’UEFA in materia di Fair Play Finanziario.

La dietrologia alimentata a seguito delle aspettative del partito cinese, che a metà ottobre doveva pianificare gli investimenti futuri, è già acqua passata e ben assorbita dagli eventi positivi conseguiti su tutti i fronti.

Finalmente nessuno osa contestare il progetto tecnico, o mette in dubbio una probabile azione di rafforzamento.

E soprattutto nessuno discrimina gli oneri accollatisi con il passaggio di proprietà.

Qualcuno, nei mesi scorsi, aveva messo più volte in dubbio le intenzioni dei neo dirigenti cinesi; e qualcuno, piuttosto autorevole, l’aveva definito, purtroppo, come una sconfitta per il calcio.

A tal proposito, qualche mese fa, scrissi “ab uno disces omnes“, rimarcando l’inopportunità di certe dichiarazioni.

Oggi, fortunatamente, le prospettive societarie sorridono al club e ai tantissimi tifosi che sono tornati ad affollare il Meazza in San Siro.

Un rovescio della medaglia che merita di essere reiterato, per addolcire quello scetticismo iniziale nei confronti dell’Inter e delle sue effettive potenzialità, oggi, senza ombra di dubbi, affidate a due mister davvero grandiosi.

Commenti