Inter, la tournée cinese inizia con un goal allo Schalke: pari e opportunità

0
251

Tra i tanti protagonisti di giornata, è apparso all’improvviso Murillo che, con un tiro mancino all’incrocio dei pali, ha regalato una perla cinese ai suoi compagni.

Scherzosamente, cose che capitano, ma alzano almeno il morale di una squadra sotto pressione, che sta cercando di rialzarsi dopo un finale di stagione davvero deludente.

La partita ha dato poche indicazioni di rilievo, ma ha consentito a Spalletti di assistere, in prima fila, alla prima esibizione concreta di calcio giocato di 10/11 dello schieramento targato 2015-2016.

L’Inter, infatti, si era congedata lo scorso campionato con la formazione che è scesa in campo contro i tedeschi, ad eccezione di Skriniar inserito inizialmente al posto di Murillo.

E il caldo asfissiante, nonostante la poca umidità, non ha certo aiutato a favorire giocate importanti; piuttosto ha permesso al tecnico di Certaldo di inserire un pò tutti i suoi calciatori a disposizione, per una sgambata ufficiale e propedeutica alle indicazioni tattiche ottenute dall’incontro.

C’è tempo per i giudizi tecnici e lo spirito dimostrato in campo può confortare i tifosi, ma l’allenatore toscano dovrà comunque capire bene come schierare i suoi uomini, perché al di là dei valori del test i confronti veri che li attendono non daranno l’opportunità di sbagliare quasi nulla.

Gli obiettivi sono chiari, le ambizioni altrettanto e il mercato, considerato di correzione della rosa, necessita ancora di qualche operazione; soprattutto se, dalle cessioni di titolari importanti, dovessero sguarnirsi spazi fondamentali in chiave tattica.

Vecino, Keità Balde, Dalbert rappresentano tre moschettieri tra squadre affidabilissime e collaudate, che metteranno a dura prova l’Inter ed il suo allenatore; il quale per ora si accontenta di un pari, ma con il loro aiuto, avrà davvero l’opportunità di superarle al rush finale.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here