Intelligenza emotiva: 4 cose da non fare

La maggior parte delle persone pensa all'intelligenza emotiva come se fosse un'abilità. Come qualcosa che puoi creare e allenare con la pratica

0
911
intelligenza emotiva

Migliorare la tua intelligenza emotiva dipende spesso da ciò che fai di meno, non di più.

Molte persone adottano questi pensieri: incolpano le altre persone per i loro problemi, rimangono intrappolati nello stress e nell’ansia, si auto-sabotano non appena iniziano a fare progressi.

Alla maggior parte delle persone però non manca la capacità di intelligenza emotiva e autocoscienza. In effetti la maggior parte delle persone abbia già un alto grado di intelligenza emotiva.

Se desideri diventare più intelligente dal punto di vista emotivo, impara a identificare queste abitudini nella tua vita e adoperati per eliminarle. Penso che scoprirai che la tua naturale intelligenza emotiva non è da meno.

Criticare gli altri non fa bene all’intelligenza emotiva

Criticare gli altri è spesso un meccanismo di difesa inconscio per alleviare le nostre stesse insicurezze. A volte siamo tutti critici. E non è necessariamente una cosa negativa. Pensare attentamente in modo critico al mondo che ci circonda è un’abilità vitale. Ci aiuta a navigare nel mondo e nelle nostre relazioni in modo obiettivo.

Ma troppe critiche, soprattutto l’ abitudine a essere critici nei confronti degli altri, possono portare all’opposto dell’obiettività. Possono renderci ottusi e ciechi, soprattutto a noi stessi.

Uno dei motivi per cui è così facile scivolare nel criticare abitualmente gli altri è che ci fa sentire bene. Per questo critichiamo, perché adottiamo del sistemi che aiutano noi stessi. Quando fai notare a te stesso che qualcun altro è stupido, stai anche insinuando anche che sei intelligente. E questo ci fa stare meglio. Quando critichi qualcun altro per essere ingenuo, quello che stai davvero facendo lo dici a te stesso che sei sofisticato. E questo è bello. Quando ripeti a te stesso di quanto sia terribile il modo di vestire di qualcuno, ti stai dicendo quanto sia raffinato il tuo gusto. E questo è bello.

Le critiche utili riguardano il miglioramento del mondo. Le critiche inutili riguardano il farti sentire meglio.

Sebbene essere critici possa temporaneamente farti sentire bene con te stesso , non funziona a lungo termine e di solito porta a farti sentire peggio con te stesso. D’altra parte, le persone emotivamente intelligenti e consapevoli di sé capiscono che criticare gli altri è solo un meccanismo di difesa primitivo. E che ci sono modi molto migliori e più produttivi per affrontare le nostre ansie e insicurezze.

Senza saperlo, le persone che sono costantemente critiche nei confronti degli altri stanno solo cercando di alleviare le proprie insicurezze. Comprendi che criticare gli altri è una perdita di tempo ed energia che non vengono investiti per migliorare te stesso e il mondo che ti circonda.

Preoccuparsi per il futuro

Preoccuparsi del futuro significa vivere negando la natura fondamentalmente incerta della vita.

In quanto esseri umani, desideriamo ardentemente l’ordine e la certezza. E per una buona ragione. I nostri antenati che erano più bravi a rendere le loro vite un pò meno incerte probabilmente sopravvissero più a lungo di quelli che non lo facevano. Siamo biologicamente motivati ​​a ridurre l’incertezza.

Ma c’è una grande differenza tra l’adozione di misure ragionevoli per ridurre l’incertezza ed essere così terrorizzati da essa che immaginiamo di poterla eliminare del tutto.

Ed è quello che fanno le preoccupazioni croniche . Hanno così paura dell’incertezza e così riluttanti a conviverci, che si ingannano pensando di poter rendere il futuro meno incerto, pensandoci costantemente!

Le preoccupazioni croniche vivono nell’illusione che il pensiero risolva sempre i problemi e che la pianificazione porti sempre a maggiori livelli di preparazione. Solo perché stai pensando a un problema non significa che ci stai pensando in modo produttivo.

E solo perché stai pianificando, attraversando innumerevoli ipotetici scenari futuri, non significa che tu sia meglio equipaggiato per gestirli. Spesso ti stai solo facendo sentire  più preparato. La preoccupazione ti dà l’illusione della certezza. Ma alla fine, tutto ciò che fa è fragilizzarti.

Le persone emotivamente intelligenti capiscono che la vita è intrinsecamente incerta. E capiscono che è meglio affrontare questa realtà con gli occhi aperti che vivere negandola.

Perché quando smetti di abbatterti con tutto lo stress e l’ansia che derivano dalle preoccupazioni croniche, rimarrai sorpreso di quanta energia ed entusiasmo ritorni nella tua vita. Quando smetti di insistere sul fatto che il mondo agisca come vuoi tu in futuro, diventa molto più facile lavorare con il mondo che hai nel presente.

Riflettere sul passato logora la nostra intelligenza emotiva

Rimuginare sugli errori del passato è un maldestro tentativo di controllo.

Proprio come noi desideriamo ardentemente l’ordine e la certezza, desideriamo anche ardentemente il controllo. Siamo ossessionati dall’idea che, con abbastanza impegno e perseveranza, possiamo fare o ottenere qualsiasi cosa.

Naturalmente, la maggior parte delle persone che rimangono bloccate a rimuginare senza fine sugli errori e sui fallimenti del passato non credono davvero di poter cambiare il passato. Invece, rimuginare sul passato dà loro l’illusione del controllo, per quanto fugace e temporaneo.

Quando hai fatto qualcosa di brutto o hai commesso un errore in passato, ti senti naturalmente in colpa. Alcuni sviluppano l’abitudine inconscia di ripetere costantemente gli errori del passato perché dà loro una sensazione di potere e controllo. Per così breve tempo. E avere il controllo aiuta a distrarre dal sentirsi impotenti, che è ciò che siamo veramente quando si tratta di errori del passato.

In realtà, nessuna quantità di analisi degli errori del tuo albero cambierà quello che è successo. 

Se vuoi andare avanti con la tua vita invece di rimanere bloccato nel passato, devi accettare il passato per quello che è. Devi rinunciare alla scelta di rivisitarlo all’infinito.

In caso di dubbio, agisci nel presente invece di soffermarti sul passato. Fai qualcosa di utile, in questo momento, non importa quanto piccolo. Resisti alla tentazione di riprodurre un’altra scena del tuo passato. Non rinunciare al controllo del tuo futuro fingendo di poter controllare il passato.

Mantenere aspettative irrealistiche

Le aspettative irrealistiche sono un tentativo fuorviante di controllare le altre persone. Mantenere aspettative irrealistiche è di solito un sottile tentativo di controllare le altre persone.

Naturalmente, la maggior parte delle persone con aspettative irrealistiche non la vede in questo modo. Probabilmente vedi le tue aspettative sugli altri come una buona cosa. Avere grandi aspettative per le persone, le incoraggia a crescere e maturare e diventare migliori.

In poche parole, significa che trascorri del tempo a creare storie nella tua testa su ciò che dovrebbero fare gli altri. Che inevitabilmente non riescono a essere all’altezza di quegli standard. E allora confronti di riflesso la realtà con quelle aspettative e ti senti frustrato e deluso.

E come rispondi a questa frustrazione e delusione? Creando aspettative ancora più forti ed elaborate, perché ti fa sentire bene e hai il controllo.

Il problema è che non puoi effettivamente controllare le altre persone, anche in meglio. Non tanto quanto vorresti, comunque. Il che significa che crei un costante circolo vizioso di speranze altissime e gravi delusioni e frustrazioni. Inoltre, alla fine, i tuoi tentativi di controllo iniziano a essere avvertiti dalle persone nella tua vita e si risentono. E se continui, potrebbero persino agire contro le tue aspettative semplicemente per dispetto.

La soluzione è lasciare andare le tue aspettative. Le persone emotivamente intelligenti non creano storie su ciò che vogliono per le altre persone. Accetta le loro attuali vite invece di fantasticare sui loro futuri successi. Stabilisci dei limiti reali sul loro comportamento invece di desiderare la perfezione. Incontrali dove sono invece che dove vuoi che siano. Aggrappati alle tue speranze ma lascia andare le tue aspettative.

Tutto quello che devi sapere

Se vuoi aumentare la tua intelligenza emotiva, prova ad affrontare il problema al contrario. Invece di cercare di migliorare le tue capacità di intelligenza emotiva, sforzati di identificare ed eliminare le abitudini che interferiscono con la tua intelligenza emotiva naturale in primo luogo. Le persone emotivamente intelligenti evitano a tutti i costi queste 4 abitudini: criticare gli altri, preoccuparsi per il futuro, rimuginare sul passato, aspettarsi troppo dagli altri.