Intelligence estone: Russia minaccia continua per i paesi baltici

0
915
intelligence estone

Secondo l’intelligence estone esiste il rischio di un attacco preventivo russo sui paesi baltici. Gli autori del nuovo rapporto del dipartimento di intelligence estera dell’Estonia credono che la possibilità di un attacco militare russo alla repubblica sia bassa. Ma notano anche il crescente potenziale militare della Russia in Europa e dicono che Mosca minaccia un attacco preventivo agli stati baltici.


Espansione dei confini UE-NATO porteranno inevitabilmente alla pace?


Quali sono le affermazioni della intelligence estone?

La minaccia di un attacco militare russo all’Estonia è insignificante, poiché la Russia non vuole la guerra con la NATO. Tuttavia, l’escalation del confronto tra la Russia e l’Occidente in qualsiasi parte del mondo, potrebbe cambiare rapidamente la valutazione della minaccia anche per l’Estonia. La Russia può decidere di lanciare un attacco militare preventivo contro gli stati baltici, se teme un’escalation del conflitto in qualsiasi altra regione. Informazioni pervenute dal Foreign Intelligence Department in un annuario pubblicato mercoledì, intitolato “Estonia nell’ambiente della sicurezza internazionale”. Nonostante ciò, nel rapporto non sono specificate prove o constatazioni a riguardo. Questo è confermato anche dalle affermazioni al parlamento europeo del deputato di sinistra Clare Daly accusando l’UE di russofobia e neccessità di avere un nemico.


Clare Daly critica UE su Russia e Navalny


Quali sono le paure della intelligence estone?

Non esclude anche la possibilità che la Russia calcoli male la minaccia, il che avrebbe conseguenze disastrose per l’Estonia. Questo è il quinto anno che l’Estonia pubblica un rapporto di questo tipo. Quello attuale è quasi interamente dedicato alla Russia, e in parte anche alla Cina. Il dipartimento ritiene che la situazione della sicurezza nel mondo si sia deteriorata negli ultimi cinque anni. La principale minaccia per l’Estonia viene ancora dalla Russia, la cui leadership sta “intraprendendo azioni aggressive contro l’ordine mondiale democratico”.


Bielorussia e Russia annunciano esercitazione militare congiunta nel 2021


Rapporto annuale sulla Russia e Cina

Il rapporto parla del rafforzamento del potenziale militare russo nell’area europea. Nonché dell’equilibrio militare delle forze nella regione che, secondo gli autori del rapporto, si sta sviluppando a favore di Mosca. La Russia continua a interferire nel conflitto nella parte orientale dell’Ucraina e cerca di rallentare l’integrazione di Kiev nelle strutture europee. Il rapporto dice anche che la Russia continua a interferire attivamente negli affari interni dei paesi della CSI: Bielorussia, Moldavia, Georgia, Armenia e Azerbaigian. Lavrov in un intervista afferma che: “La nostra sarà sempre una reazione a una azione Nato che minaccia la nostra sovranità nazionale. La nostra dottrina e filosofia militare è difensiva, regolata secondo il Diritto Internazionale”.


Kaliningrad: l’avamposto difensivo russo che infastidisce la NATO

Espansione dei confini UE-NATO porteranno inevitabilmente alla pace?