Nel precedente articolo ho parlato del viaggio e di cosa visitare nella bellissima città di Innsbruck, nelle prossime righe riporterò i luoghi dove mangiare la cucina tipica e, soprattutto, i dolci e vi parlerò anche degli stand lungo il fiume, una sorta di mercato culinario, e ovviamente degli alloggi, dove e come prenotare.

Le possibilità di alloggiare ad Innsbruck sono molte, potete scegliere posti come Rum, a 15 km dal centro città, oppure sceglierne uno più vicino al fulcro cittadino.

Partiamo dagli alberghi presenti a Rum, ce ne sono molti e tipici, uno in particolare si trova vicinissimo ad un bosco ed è molto panoramico il Gasthof Canisiusbrünnl. È un albergo particolare, è pieno di trofei di caccia appesi alle pareti e sul soffitto. La signora che vi accoglie è molto cordiale, conosce alcune parole in italiano, ma è bene imparare qualche frase in tedesco oppure portarsi qualcuno che lo parli. Ha una cagnolina dolcissima, Bellina, disposta a ricevere coccole.

La struttura è arredata in modo vintage ma funzionale e comoda. La colazione è abbondante e tipica, non è a buffet, ma preparano il tavolo accuratamente. Il paesaggio che alla mattina ci si trova davanti, aprendo le finestre, è rigenerante e quell’aria frizzantina dà il giusto risveglio.

Hotel Helga questo hotel è situato ad Innsbruck, il personale è molto disponibile ed accogliente, le camere in ordine e pulite e, anche qui, la colazione è abbondante.

A differenza del precedente hotel qui la colazione è a buffet ed è veramente abbondante, anche perché può ospitare più persone rispetto al precedente.

I letti comodi e, come in tutti gli hotel (a partire dal nord Italia) del nord, hanno le grandi morbide coperte leggere ma caldissime. Pur essendo ad Innsbruck per andare in centro è bene prendere la macchina o il mezzo pubblico perché si trova a bordo di una strada. Ha il parcheggio.

Ramada Innsbruck Tivoli. La struttura moderna e particolare. così come l’interno, è situato davanti al palazzetto dello sport, conta 11 piani non vi sono terrazzini ma finestre che hanno balconcini non calpestabili con un parapetto in vetro, per chi come me soffre di vertigini basta non guardare fuori. Bagno comodo, tv in camera, mini frigo bar e letto comodo. Il letto singolo in più non si paga.

Potete scegliere se fare colazione o meno. Anch’esso situato ad Innsbruck, è possibile muoversi a piedi (circa 20 minuti dal centro) o se preferite anche i mezzi, ne passano molti.

Una cosa molto importante i bambini sotto i 6 anni in moltissime strutture non pagano.

Dopo aver preso possesso della stanza, soprattutto se in vicinanza dell’ora dei pasti, è possibile andare in centro e gustare le specialità in locali tipici, dal costo medio, che per una città turistica sono abbordabili.

Gulash al piatto con Knodel a fette
Piatto menù bambini
Knodel al piatto con carne di maiale

Il locale più frequentato è il Goldenes Dachl che fa angolo all’edificio del Tettuccio D’oro (di cui ho parlato nel precedente articolo). In questa gasthaus troverete oltre che personale accogliente e, sempre nel caso in cui non parliate la lingua del posto, potete usare un po’ di italiano ed inglese. Il cibo è abbondante e succulento, gli occhi hanno la loro parte.

Il menù è scritto in quattro lingue tra cui l’italiano, le birre sono ottime e, se non avete voglia di una birra troppo alcolica, si può ordinare una radler (biarra al limone) che, dopo aver assaggiato quella alla spina, capirete che con quelle vendute nei supermercati e nei negozi vari non ha nulla a che fare.

Per i Bambini quest’anno hanno introdotto una novità, una tovaglietta che di lato ha il menù bambini, mentre al centroci sono dei pezzi del memory che, nell’attesa che portino le pietanze, si staccano e sono utili per distrarre i più piccoli.

I piatti tipici come il gulash ed i Knödel (canederli) si possono trovare sia in zuppa (porzione più piccola) che al piatto, inutile dire che il loro sapore è intenso, il gulash è tenero e sono apprezzabili molte spezie, i Knödel sono sicuramente diversi dalle ricette trovate in internet, come ogni cosa va gustata dove è nata.

Per il dolce consiglio vivamente una pasticceria KrÖll Strudel Cafè che si trova sulla stessa via del ristorante, è molto bella e raffinata, le sue torte sono una gioia per gli occhi.

Torta farcita con crema leggera al latte con sopra fragole e gelatina

Sacher Alta e soffice con panna a fare d’accompagnamento.

Torte alte e ben farcite ma al tempo stesso leggere, è una sensazione piacevole, non si sente lo stucchevole che a volte può capitare con i dolci farciti, sono profumate e presentate deliziosamente, in aggiunta (ma è opzionale) metteranno accanto alla torta una nuvola di panna. Personalmente prendo sempre la Sacher Torte, uno dei miei dolci preferiti. Anche in questo caso l’occhio ringrazia.

Si pone però un problema, dopo una lauta cena, o comunque una cena sostanziosa, risulta difficile finire il dolce, magari una passeggiata prima di mangiarlo è auspicabile.

Deliziose sono anche le torte alla frutta alte, anch’esse con pan di spagna, ed uno spessissimo strato di gelatina che racchiude la frutta.
In questo posto potete ordinare un caffè espresso che, ovviamente, costa di più.

Ma se non amate le torte ed avete voglia di un gelato, di fronte alla pasticceria c’è un’ottima gelateria.

Una cosa da tenere a mente che i locali non sono aperti fino a tardi, quasi tutte le attività chiudono massimo per le 21:30, quindi si può mangiare presto e poi godersi il centro cittadino.

Per quanto riguarda il passeggiare di notte, nessun problema, le strade sono tranquille.

Se il giorno dopo si vuol fare qualcosa di diverso, più in relax si può andare sul lungo fiume, li ci sono molti stand tipici con cibarie varie, gli stand sono grandi ed anche decorati, per mangiare ci sono panche e tavoli, è molto informale, ma quel punto è molto bello e rilassante grazie anche allo scorrere del fiume che si ha alle spalle.
Innsbruck una città ricca di storia, di profumi, di colori e di vita, una cittadina da visitare.

Stand Gastronomico sul lungo fiume
Stand Gastronomico sul lungo fiume
Ingresso agli stand gastronomici di strada sul lungo fiume
Ingresso agli stand gastronomici di strada sul lungo fiume
Commenti