Inizia l’Autunno astronomico: l’equinozio di Settembre 2021

0
669
Autunno astronomico

Mercoledì 22, precisamente alle ore 19:21 UTC (le 21.20 ora italiana), cade l’equinozio di settembre che dà il via all’autunno astronomico.

Autunno astronomico inizia esattamente in quel momento l’asse di rotazione terrestre si trova perpendicolare alla direzione dei raggi solari (il percorso apparente del sole nel cielo), il Sole appare perfettamente allo zenit per un osservatore posto all’equatore, e la durata del giorno è pari a quella della notte: 12 ore esatte. Lo dice il nome stesso: “equinozio” deriva dal latino aequusnox, ossia notte uguale al giorno.

Le ore di luce, dall’equinozio di settembre continueranno a diminuire, fino ad arrivare alla notte più lunga dell’anno, il solstizio d’inverno che quest’anno cadrà il 21 dicembre alle 15:59 UTC (16:59 ora italiana).

equinozio 2021 data
Fonte NASA

L’equinozio segna l’inizio dell’autunno per l’emisfero settentrionale, il nostro, e della primavera per l’emisfero meridionale. A differenza delle stagioni meteorologiche, che dipendono dalle condizioni meteo-climatiche che normalmente si registrano nei diversi trimestri che dividono l’anno, quelle astronomiche sono legate, appunto, all’astronomia. Più precisamente, le stagioni astronomiche sono scandite dalla posizione che la Terra assume nella sua rotazione intorno al Sole e all’inclinazione del suo asse.

Nuovo fenomeno astronomico per questo 2021: eclissi di sole.

Orologio astronomico di Praga: chi cura la manutenzione?

Astronomia – Evento astronomico raro all’alba del 2 febbraio spettacolare Eclissi di Saturno

Perché l’equinozio d’autunno non cade il 21 settembre?

Abbiamo l’errata convinzione che equinozi e solstizi cadano sempre il 21 del mese, ma non è così. L’equinozio di settembre non cadrà il 21 almeno per i prossimi 71 anni: la prima volta che l’equinozio d’autunno cadrà il 21 settembre sarà nel 2092, alle 23.41 UTC (in Italia quindi cadrà comunque il 22 settembre). Fino ad allora la data cadrà tra il 22 o il 23 settembre. Ma come mai?

Autunno astronomico

Poiché l’inclinazione dell’asse terrestre non è costante, ma varia ciclicamente tra circa 22,5° e 24,5° con un periodo di 41.000 anni, anche le date di inizio delle stagioni astronomiche cambiano di anno in anno. Inoltre il tempo con cui la Terra compie una intera orbita intorno al Sole è di 365 giorni e 6 ore circa. Le sei ore in più vengono recuperate ogni 4 anni con l’introduzione dell’anno bisestile che fa slittare, quindi, la data del solstizio sul nostro calendario.

Fonte: Nasa