Indo-Pacifico: Australia, Usa, Giappone e India siglano un patto anti-cinese

0
295

Un chiaro segnale contro Pechino, è questo ciò che si evince dalla rinione tra India, Australia e Giappone e Stati Uniti alla Casa Bianca. Una questione molto spinosa, soprattutto dal punto di vista geopolitico tra questi attori, tutti uniti contro le direttive ultimamente imposte dalla Cina.

Il Quad, vertice che vede questi paesi discutere, ha espresso chiaramente che il pericolo attualmente è l’aspirazione geopolitica cinese, la quale viene esercitata con la forza e con la coercizione. La Cina, secondo il Quad, è un elemento dissonante nel contesto dell’Indo Pacifico, indi per cui bisogna contrastarla in tutti i modi.

Quad: cosa si sono detti i leader?

Joe Biden, Scott Morrison, Narendra Modi e Yoshide Suga, hanno discusso insieme delle nuove scelte politiche da fare nel quadro dell’indo pacifico. A questo si aggiungono anche le recenti tensioni contro Hong Kong e soprattutto Taiwan. La piccola isola, protetta dagli Usa, ha avviato recentemente operazioni militari anti cinesi nel contesto del Mar Cinese Orientale.

Siamo qui insieme, nella regione indo-pacifica. Una regione che desideriamo essere sempre libera dalla coercizione, dove i diritti sovrani di tutte le nazioni sono rispettati e dove le controversie sono risolte pacificamente e in conformità con il diritto internazionale“. Ha detto il primo ministro australiano Scott Morrison.

Gli ha fatto eco Joe Biden: “Siamo quattro grandi democrazie con una lunga storia di cooperazione. Sappiamo come fare le cose e siamo all’altezza della sfida“.

Il premier nipponico Suga ha invece affermato che il Quad è “un’iniziativa estremamente significativa di quattro paesi che condividono valori fondamentali, cooperando per la causa della realizzazione di un ordine internazionale libero e aperto basato sullo stato di diritto in l’Indo-Pacifico“.

La risposta cinese

Non può non essere stata polemica la risposta di Pechino. Per molti funzionari cinesi si tratta in poche parole di una “nuova guerra fredda“. Al quotidiano Global Times, l’analista della Tsinghua University Su Chenghao ha bollato il vertice Quad come un matrimonio impossibile: “Il Quad è l’ultima mossa dell’amministrazione Biden per formare un’alleanza per contenere la Cina. Ma tutte queste diverse coalizioni con diversi alleati non otterranno un buon effetto poiché l’attenzione degli Stati Uniti è dispersa e ha suscitato insoddisfazione tra gli alleati“.


Cina accusa USA di interferenza negli affari di Hong Kong