India Mahdavi ha presentato “Chronicle books”

Una monografia che riunisce i progetti della designer di origini iraniane

0
172
India Mahdavi
Il libro della designer presentato a Milano design week

Per Fuorisalone di Milano design week ha ideato il “Milk bar”, un locale che riprende l’ambientazione del film “Arancia meccanica”. India Mahdavi all’evento ha anche presentato la monografia “Chronicle books”.


Il “Pratone”: a Milano la versione macro ideato nel 1971


Perché è famosa India Mahdavi?

Ha arredato la Gallery dello Sketch bar a Londra, una sala da tè britannica che l’architetto ha trasformato. Suddiviso in più spazi decorati in stili diversi in base alla funzione, il ristorante è tra i più instagrammati del momento. Library è pensato per assomigliare a una sala lettura, mentre l’atmosfera di Forest, con poltrone viola e luci soffuse è incantata. India ha poi ideato poltrone rosa che assomigliano alla corolla di un tulipano e un pavimento con motivi a zig-zag colorati per la zona comfort.

India Mahdavi, arredatrice di hotel

Mahdavi ha studiato all’Istituto di Beaux-Arts di Parigi e lavorato per Christian Liaigre. Poi ha aperto uno studio dove ha realizzato progetti per alberghi in Messico e a Monte Carlo, oltre a cinema e ristoranti. Il suo modo di decorare gli interni è libero e colorato e rispecchia una visione del design che va oltre la funzionalità per diventare espressione personale. Nello showroom della capitale francese presenta lavori originali che trovano l’apprezzamento dei clienti, le lampade in vetro soffiato e gli sgabelli “Bishop”. Quando allestisce uno spazio utilizza i metodi impiegati nelle scenografie, modellando lo spazio e abbellendo la quotidianità.

Sgabelli “Bishop”

Sono complementi d’arredo utilizzati spesso anche come tavolini da caffè. Tra il piedistallo e il piano di appoggio c’è un altro elemento circolare che rende la forma dinamica. La designer realizza gli sgabelli “Bishop” in legno e marmo e li utilizza per posare i vassoi Peanut che possono componibili.

“Chronicle books”

Il libro di Mahdavi contiene gli schizzi di progetti, le immagini dei lavori portati a termine e di ciò che ispira la designer. I viaggi e la conoscenza di culture diverse sono uno stimolo per la creativa a realizzare nuovi complementi d’arredo e decorare gli ambienti. Infatti, nel volume c’è una sezione incentrata sui luoghi che ha visitato. Tra le pagine il lettore trova anche un’intervista di Javier F. Contreras del Dipartimento di architettura d’Interni di HEAD a Ginevra.