India e Pakistan: aiuti inviati in Afghanistan

I beni di prima necessità serviranno ad affrontare la crisi causata dal recente terremoto

0
163
India e Pakistan inviano aiuti in Afghanistan

I governi di India e Pakistan hanno inviato una serie di aiuti in Afghanistan come risposta alla crisi umanitaria provocata dal recente terremoto che ha ucciso più di mille persone. Tonnellate di cibo, medicinali di emergenza, teloni, tende e altri beni essenziali sono giunti in Afghanistan per aiutare la popolazione ad affrontare la situazione. Nuova Delhi e Islamabad sono costantemente coinvolti nel garantire assistenza umanitaria in Afghanistan da quando i talebani hanno preso il potere.

Cosa hanno inviato India e Pakistan come aiuti in Afghanistan?

I governi di India e Pakistan hanno inviato degli aiuti umanitari in Afghanistan per rispondere al potente terremoto verificatosi, che ha ucciso oltre 1000 persone. Nuova Delhi ha dichiarato di aver inviato un team tecnico a Kabul per coordinare la consegna degli aiuti. Il ministero degli Esteri indiano ha affermato di aver inviato 27 tonnellate di rifornimenti distribuite su due voli. Il ministero non ha invece fornito dettagli specifici sul team tecnico, precisando solo che la spedizione è volta a “monitorare e coordinare da vicino gli sforzi delle varie parti interessate per l’effettiva fornitura di assistenza umanitaria come continuazione del nostro impegno con il popolo afghano”.

Islamabad ha invece fatto arrivare in Afghanistan camion che trasportano cibo e altri beni di prima necessità.  Secondo l’ufficio del primo ministro pakistano “la spedizione organizzata dalla National Disaster Management Authority consiste in tende famigliari, teloni, coperte e medicinali di emergenza”.

Islamabad e Nuova Delhi sono spesso coinvolti nella fornitura di aiuti all’Afghanistan

Questi paesi sono spesso stati coinvolti nell’assistenza all’Afghanistan, anche dopo che la conquista talebana ha portato le ambasciate a svuotarsi. Sebbene ad esempio l’India sia rimasta senza una effettiva presenza diplomatica a Kabul, da allora ha inviato in Afghanistan 20mila tonnellate di grano, 13 tonnellate di medicinali, 500mila dosi di vaccini anti-Covid e abbigliamento invernale. Alcuni funzionari hanno tenuto più volte colloqui con i talebani dall’inizio di questo mese per discutere una più definita organizzazione della distribuzione dell’assistenza umanitaria.


Leggi anche: Terremoto in Afghanistan: Biden valuta come aiutare