Incredibile iniziativa dei tifosi dell’Inter: “Finanziamo noi la società!”. Ecco come…

0
370

L’Inter è in un momento di radicale cambiamento dal punto di vista societario. Nuova proprietà, nuovo tecnico, e prossimamente ci saranno anche novità per quanto riguarda Branca e Fassone. Una cordata di tifosi però, vuole molto di più, e sta lanciando una campagna molto particolare. Tale cordata con a capo il professor Enzo Bonora, endocrinologo di Verona, si è offerta di supportare economicamente la società.

“Vogliamo creare un’associazione che abbiamo come unico scopo statutario quello di sostenere economicamente l’Inter. – ha detto al ‘Corriere della Sera’ – Una società che sia il collettore del denaro, versato dai tifosi e necessario per dare risorse al club. Ci sarebbero le quote di socio simpatizzante, socio sostenitore, i contributi una tantum e altre soluzioni”.

“Cinquanta euro versati da 10 milioni di interisti sparsi nel mondo significherebbero 500 milioni di euro. – ha sottolineato Bonora – Cento euro a testa porterebbero in cassa 1 miliardo di euro. E i 500 euro che potrebbero dare i 100.000 sostenitori più generosi significherebbero altri 50 milioni”.

“Ho consultato un autorevole esperto di aspetti societari e fiscali; – ha rivelato ancora l’endocrinologo – mi ha confermato che il progetto è giuridicamente fattibile e neppure troppo complicato. Si tratterebbe di un’associazione non riconosciuta, regolamentata dall’art. 36 del codice civile, che, una volta costituita con un piccolo fondo comune (il patrimonio sociale) e da un numero limitato di persone, potrebbe incassare le donazioni dei tifosi e poi consegnarle periodicamente all’Inter”.

“La nuova società dovrebbe avere alcune regole, ovvero nessun fine di lucro, trasparenza nell’elezione degli organi sociali, e incombenze da sostenere. – ha concluso Bonora – L’iniziativa non dovrebbe collidere con le dinamiche societarie del club. Anzi: dovrebbe averne il gradimento”.

Commenti