Incontro tra i premier alla frontiera della Polonia e Lituania

0
646

I primi ministri di Polonia e Lituania, rispettivamente Mateusz Morawiecki e Saulius Skvernelis, si sono incontrati oggi alla frontiera tra i due paesi, tra le località di Budzisko e Kalvarija, dove hanno parlato per circa mezz’ora e poi hanno preso parte ad una conferenza stampa congiunta.

Il premier lituano ha dichiarato che è importante mantenere una partnership strategica tra i due paesi. Da par suo Morawiecki si è congratulato con il collega per i successi nel contenimento dell’epidemia di coronavirus e ha ricordato che questo medesimo valico è stato aperto per la prima volta dagli ex capi di Stato Lech Kaczynski e Valdas Adamkus. “Sono molto contento che si possa tornare a una collaborazione normale in molti campi”, ha continuato il capo del governo polacco, riferendosi alla riapertura del confine.

“Vediamo aumentare la frequenza del traffico di camion. Anche il traffico di persone sicuramente crescerà ed è un buon pronostico per il futuro”, ha detto. “Osservando la nostra stretta collaborazione con Saulius e con tutto il popolo lituano, e anche con il gruppo di Visegrad, vedo chiaramente quale forza rappresenti l’Europa centrale nei prossimi negoziati” sul bilancio europeo 2021-27.

Il premier polacco ha menzionato progetti infrastrutturali comuni, una posizione condivisa per quanto riguarda i rapporti con la Bielorussia e un approccio simile alla questione energetica. “Comprendiamo i timori della Lituania a proposito della centrale nucleare di Astraviec e la sosteniamo in tutti i fora europei. Allo stesso tempo dobbiamo rimarcare che Lituania e Polonia intrattengono una relazione molto buona e vicina con la Bielorussia, sia economica che politica”, ha affermato Morawiecki. (