Diminuisce l’indice di mortalità a seguito di incidenti in Piemonte e Valle d’Aosta nel periodo 2010-2016. La media dei morti sulle strade in queste zone del Nord-Ovest ha registrato un decremento: in Piemonte è passata da 2,4 a 2,3 deceduti ogni 100 scontri tra vetture, in Valle d’Aosta è scesa da 3 a 1,1. Il dato medio nazionale nel periodo considerato si è attestato invece a 1,9. Le statistiche che si riferiscono agli incidenti stradali nelle due regioni è stato diffuso dall’Istat che ha individuato anche i principali nemici della sicurezza degli automobilisti piemontesi e valdostani: distrazione al volante, velocità, precedenze e distanza di sicurezza non rispettate.

Anche per il solo 2016 le statistiche confermano in generale un numero inferiore di situazioni pericolose sulle strade delle due regioni rispetto all’anno precedente. In Piemonte ci sono stati 10.905 incidenti (2,1% meno del 2015) con 247 morti (+0,4%) e 15.792 feriti (-3%). In Valle d’Aosta gli scontri tra vetture sono stati 285 (due più del 2015) con 386 feriti (-5,4% ) e 3 morti (-57,1%). Nonostante i dati evidenzino un miglioramento della sicurezza sui percorsi dei territori considerati, in Piemonte permangono delle criticità nel raggiungimento degli obiettivi dell’Ue per la riduzione del 50% della mortalità sulle strade entro il 2020. I Programmi europei per la sicurezza stradale prevedono azioni mirate per gli utenti vulnerabili, bambini, giovani e anziani, che sono spesso vittime di incidenti: nell’area piemontese nel 2016 la quota di questi soggetti morti a causa di scontri è stata del 44,1%, mentre nel territorio valdostano il dato è nullo. Nel periodo 2010-2016 in Piemonte si è registrato un aumento del 4,1% (da 16,5% a 20,6%) dei pedoni deceduti, soprattutto anziani, quota superiore al resto della penisola.

Gli incidenti in Piemonte e Valle d’Aosta con decessi avvengono soprattutto sulle strade extraurbane e sulle autostrade. I percorsi più pericolosi sono: l’A4, Torino – Milano, l’A21, Torino – Piacenza, l’A5, Torino – Aosta, e la SS26 per il traforo del Monte Bianco. Come noto, il venerdì e il sabato sono le serate col maggior numero di incidenti mortali, specialmente al rientro da feste e discoteca. Tra maggio e ottobre, periodo che coincide con gli spostamenti per le vacanze, si registra la concentrazione più alta degli incidenti in Piemonte; in Valle d’Aosta il lasso di tempo è compreso tra luglio e ottobre.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here