Incentivi per vaccinarsi contro Covid: dagli USA alla Russia

Gelati, birre, marijuana gratis, biglietti della lotteria con ricchi premi. Ecco alcune delle idee più originali messe in campi da diversi Paesi

0
180
Incentivi per vaccinarsi contro Covid

Dagli USA alla Russia passando per Hong Kong. Ecco tutti gli incentivi proposti dai vari Paesi per convincere le persone a vaccinarsi contro il Covid. Gelati, birre, marijuana gratis, biglietti della lotteria con ricchi premi. Ma anche borse di studio e fucili personalizzati.

Incentivi per vaccinarsi contro il Covid: quali sono?

L’unico modo per sconfigge la pandemia di coronavirus sono i vaccini. Tuttavia molte persone sono riluttanti a ricevere il vaccino. Così diversi paesi in tutto il mondo hanno deciso di proporre degli incentivi per convincere le persone a farsi vaccinare. Uno spinello di marijuana gratis oppure al ristorante senza pagare e lotterie con ricchi premi. Dagli USA alla Russia, ecco quali strategie sono state pensate nell’ultimo periodo per dare slancio alle campagne vaccinali nei vari Paesi.  

Nello stato di Washington è stata introdotta la campana “Joint for jab” che sarà attiva fino al 12 luglio. Prevede che, all’inoculazione della prima o della seconda dose, gli over 21 possano ricevere marijuana gratuita nei negozi autorizzati che vendono cannabis. Lo Stato inoltre ha già autorizzato birrerie, enoteche e ristoranti a offrire da bere gratis a chi fornisce la “prova” dell’immunizzazione.  Altri incentivi negli USA includono biglietti per eventi sportivi e lotterie con premi fino a un milione di dollari come in Ohio. In West Virginia si possono vincere soldi, camion, fucili e pistole da caccia personalizzati. La città di Detroit, invece, regala prepagate da 50 dollari a chiunque porti un proprio caro a vaccinarsi. Mentre gli impiegati pubblici del Maryland ricevono 100 dollari in più in busta paga dopo la seconda dose. New York offre invece borse di studio per gli studenti che si fanno vaccinare.

Dall’America all’Asia

Hong Kong propone in cambio del vaccino un giorno di congedo lavorativo retribuito, oltre che allettanti premi collegati a una lotteria. In Cina, nella periferia di Pechino, vengono offerte due scatole di uova per gli ultra sessantenni dopo la seconda dose. Mentre nella zona commerciale nei pressi di Piazza Tienanmen ai vaccinati spetta un buono per un gelato gratuito. In altri quartieri della capitale sono stati pensati buoni acquisto per fare shopping. In India invece il governo offre sconti fiscali del 5%, tappeti gratis e cene al ristorante gratis, ma anche un piercing al naso senza nessun costo.

Dalla Russia agli Emirati fino alla Serbia

Anche in Russia, dove la campagna vaccinale sta andando a rilento, vengono offerti degli incentivi. A Mosca ad esempio viene offerto un gelato a coloro che sono stati vaccinati. In Israele, il primo paese a lanciare la campagna vaccinale, è stato offerto a chi si vaccinava una pizza o birra gratis. Negli Emirati Arabi Uniti i ristoranti applicano uno scontro del 10% a chi ha già ricevuto la prima dose e del 20% dopo la seconda. In Serbia, che sta vedendo un netto calo di persone disposte a farsi vaccinare, il governo ha deciso di dare 25 euro a tutti coloro che decideranno di farsi somministrare il vaccino anti-covid.


West Virginia regala armi come incentivo per il vaccino

Commenti