Incentivi del 2022: prenotazioni aperte il 25 maggio

A partire dal 25 maggio è possibile prenotare sulla piattaforma specifica i nuovi incentivi auto. Resta l'incognita del limite dei 180 giorni per completare l'acquisto.

0
359
Prenotazioni incentivi del 2022
Il 25 maggio via alle prenotazioni per gli incentivi auto.

Il 25 maggio, a partire dalle ore 10, è stata aperta la piattaforma informatica che permette la prenotazione per gli incentivi del 2022 relativi all’acquisto di automobili, autocarri, ciclomotori e moto. L’operazione è fondamentale per poter poi accedere al bonus statale. I consumatori devono comunque ricordare che il tutto deve essere perfezionato entro 180 giorni. In altre parole, in questo lasso di tempo si deve completare l’immatricolazione del veicolo.

Prenotazioni incentivi del 2022: dubbi sui 180 giorni

Il limite dei 180 giorni dalla prenotazione suscita qualche perplessità sugli incentivi del 2022 per le automobili plug-in. In questo caso, infatti, non è raro che i tempi di consegna siano piuttosto lunghi. La normativa però prevede che, una volta superati i 6 mesi dalla prenotazione, questa verrà automaticamente cancellata. Il ministro dello Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, è intervenuto sull’argomento, assicurando che il governo varerà al più presto un provvedimento chiarificatore.

Incentivi auto: nuove misure in fase di valutazione

Quali sono i documenti da caricare sulla piattaforma online?

Il governo ha stabilito che, tra i documenti che il venditore dovrà inserire sulla piattaforma web al momento della prenotazione, dovrà esserci il consenso informato. Si tratta della dichiarazione che attesta il fatto che l’acquirente sa che deve mantenere il veicolo acquistato (a quattro o a due ruote) per almeno 12 mesi. Inoltre nella documentazione va aggiunta anche la carta d’identità. Ancora una volta però c’è un’incognità: cosa accade se si va oltre questo vincolo? Sicuramente decadono gli incentivi del 2022 acquisiti, ma non si sa ancora come si dovrà restituire il bonus.

I fondi disponibili per il bonus

La normativa sugli incentivi del 2022 è poco chiara anche per quanto riguarda i fondi disponibili. In particolare, per quanto riguarda le auto con emissioni comprese tra 61 e 135 g/km di anidride carbonica, al momento sono stati stanziati appena 170 milioni di euro. A partire dal 25 maggio è possibile caricare sulla piattaforma preposta i contratti stipulati a partire dal 16 maggio. Tuttavia, nei giorni scorsi sono stati firmati diversi contratti che fanno riferimento ad accordi preliminari raggiunti nei mesi precedenti (gli incentivi del 2022 sono stati infatti annunciati a febbraio). Dunque si teme che, in mancanza di un ulteriore incremento, i fondi per il bonus relativi alle vetture a motore termico (resta obbligatoria la rottamazione di una auto fino a Euro 4) possano terminare piuttosto presto.