Incendio allo zoo di Krefeld in Germania: morti decine di animali

0
531
incendio allo zoo di krefeld

Secondo quanto riferito, un devastante incendio, provocato dai fuochi d’artificio, è scoppiato nella gabbia delle scimmie nello zoo di Krefeld, nella Germania nordoccidentale, uccidendo più di 30 animali, tra cui gorilla, oranghi, scimpanzé e marmoset.

“Una tragedia insondabile ci ha colpito poco dopo mezzanotte. Il nostro edificio delle scimmie è stato distrutto fino alle fondamenta ”, ha dichiarato lo zoo sulla sua pagina Facebook.

L’agenzia di stampa della Dpa, citando i funzionari, ha detto che gli animali morti includevano due gorilla, scimpanzé e oranghi, oltre a pipistrelli della frutta e uccelli.

Lo zoo del Nord Reno-Westfalia, specializzato in primati, ha affermato che il vicino Gorilla Garden non è andato in fiamme e che il famoso residente Kidogo e la sua famiglia sono vivi.

La direzione ha dichiarato che lo zoo rimarrà chiuso oggi, mercoledì 1 gennaio 2020. Gli investigatori stanno valutando la possibilità che il fuoco fosse stato acceso da fuochi d’artificio celebrativi, secondo Reuters, che citava l’emittente locale WDR.

Un uomo del posto ha dichiarato di essere “senza parole” sul fatto che i fuochi d’artificio fossero ancora autorizzati vicino allo zoo e ha invitato le autorità della città a vietarli nel raggio di un miglio, secondo Sky News.

“Gli animali soffrono molto di questi fuochi d’artificio, si fanno prendere dal panico e soprattutto lo zoo dovrebbe essere protetto”, ha aggiunto.

James Brückner, società tedesca per il benessere degli animali, ha dichiarato a Euronews: “Se i fuochi d’artificio avessero causato davvero l’incendio, questa sarebbe una terribile prova delle drammatiche conseguenze che i fuochi d’artificio incontrollati possono avere. Almeno intorno alle aree in cui vivono molti animali – e ovviamente gli zoo sono tra questi – c’è un urgente bisogno di zone protettive in cui i fuochi d’artificio privati ​​di Capodanno vengano vietati”, ha detto, secondo il Mirror del Regno Unito.

Commenti