Inaugurato a Guastalla l’Ateneo del Biliardo

Volontari, amici e professionisti per onorare il tappeto verde. Fra i fondatori, anche Gustavo Zito

0
545

GUASTALLA (RE) – Sabato 14 ottobre, presso il centro sociale 1° Maggio è stato inaugurato il nuovo centro sportivo dedicato all’affascinante gioco del biliardo. L’Ateneo del Biliardo, altisonante, ma meritato appellativo coi cui i fondatori hanno deciso di battezzare la nuova associazione e i locali legati ad essa è stato salutato con una manifestazione alla quale hanno presenziato il Sindaco Camilla Verona, l’assessore comunale allo sport Luca Fornasari e tutti i volontari che hanno partecipato ai lavori di sistemazione degli spazi. Guastalla, da sempre, vanta una grande tradizione di giocatori di stecca, con una punta di diamante rappresetata dal 4 volte campione del mondo Gustavo Zito che, nel suo periodo paesano, ha sicuramente vissuto il momento più felice della sua carriera agonistica.

Il nuovo Ateneo prende vita grazie all’impegno di un gruppo di appassionati di questo sport, capeggiati proprio da Zito, che da molti anni rappresentano il Biliardo di Guastalla nelle varie competizioni. Fondamentale per la riuscita di questo progetto, poi, è stata la preziosissima collaborazione di amici, valenti professionisti di questa disciplina, come l’architetto Diego Perusko che ha ideato il concept degli interni e la loro realizzazione. La Biliardi Cavicchi, inoltre, leader internazionale del settore, ha fornito la consulenza tecnica attraverso l’esperienza e la disponibilità di Giancarlo Cavicchi, oltre alle attrezzature di gioco. L’Ateneo del Biliardo presenta soluzioni estetiche e funzionali, che ricercano il confort dei giocatori e degli spettatori. I complementi d’arredo installati sono stati realizzati a disegno appositamente dalla carpenteria Panizzi.

La sala sarà dotata di 7 tavoli da biliardo professionali, di cui 5 modelli Evolution e 2 modelli Rosanna, con relativi complementi d’arredo dedicati a questo sport. “Attualmente i nostri tesserati disputano competizioni nei vari campionati nazionali, regionali, provinciali con partecipazione individuale, a squadre nelle specialità di gioco italiana e goriziana.” ci fanno sapere i ragazzi dell’Ateneo “Tra le varie iniziative mirate alla conoscenza e diffusione di questo bellissimo gioco ci saranno anche le dirette streaming e sui social media per permettere a più appassionati possibile la condivisione degli eventi”. Un biliardo smart, insomma, che si ringovanisce e che esce dai locali fumosi delle salette bar.

“Il biliardo sportivo, spiega il presidente del nuovo Ateneo guastallese, Luigi Panizzi “è un bellissimo sport riconosciuto dal Coni e praticabile da tutte le fasce d’età in modo trasversale. Che insegna il rispetto delle regole e, soprattutto, il rispetto dell’avversario e che assume, quindi, un alto valore sociale per tutti ed educativo per i più piccoli”. Questo recentissimo punto di ritrovo della bassa reggiana si riconosce perfettamente in questi valori e, anzi, ne vuole essere l’emblema. l’associazione tutta coglie l’occasione per ringraziare la Città di Guastalla, la Giunta Comunale, in particolare l’assessore Fornasari e il Sindaco Verona, che hanno creduto in questo loro progetto fin dall’inizio. “Ringraziamo anche” continua Panizzi “il Centro Sociale 1° maggio e il suo presidente Artemio Santini che, con il personale che ci ha messo a disposizione, ci ha permesso di concretizzare nelle migliori condizioni possibili il nostro intento”.

Passione, quindi, dedizione e semplicità nel fare le cose. E gli obiettivi futuri? “Avvicinare sempre più persone a questa disciplina” ci spiega il Presidente “soprattutto se giovani, per prepararli eventualmente anche all’attività agonistica. Per il prossimo anno” rivela poi, compiaciuto “vorremmo riuscire a realizzare un progetto con le scuole attraverso la Federazione Italiana, che è affiliata al Coni”.

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here