INattività: l’inquinamento che lede all’esercizio fisico

0
136
L’inquinamento

Sebbene sia estremamente importante concentrare la nostra routine sull’esercizio fisico, bisogna prestare attenzione ad alcuni particolari. È bene ricordarsi che un fattore da tenere in considerazione è proprio l’inquinamento. Prediligete luoghi immersi nella natura.

Che effetti scaturisce l’inquinamento sulla nostra salute?

Ebbene, vi siete presi del tempo per voi e, decidete di mantenere in forma fisico e cervello con della sana attività fisica. Scendete in strada e cominciate a correre. Ma ecco che, a questo punto, orde di macchine con emissioni di dubbio conto vi accerchiano. E da un’attività coscienziosa si passa ad una altamente malsana. È il rischio che si corre, specialmente, quando si abita in città. L’inquinamento è un fattore dal quale bisogna sempre tenersi lontani e, in special modo, quando si tratta di salute e benessere. Quindi, non solo il fenomeno, annullerà chiaramente ciò che di benevolo, avete deciso di fare per il vostro fisico. Bensì, avrà un effetto altamente distruttivo. A tal proposito, i ricercatori del Seoul National University College of Medicine, hanno attuato uno studio a campione, per comprendere gli effetti devastanti che l’inquinamento provoca sul nostro fisico. Il paese preso in esame è la Corea del Sud. I partecipanti allo studio, si sono sottoposti a screening nel periodo 2009/2010 e 2011/2012. In un questionario, a loro affidato, hanno inserito poi dati sull’esercizio fisico svolto. Così, da essere in grado di calcolare l’equivalente metabolico. Da ciò che si è evinto, poi, i soggetti sono stati divisi in 4 gruppi: 0, 1-499, 500-999 e 1000 o superiore MET-min a settimana.

Attività fisica: svolgerla assieme al partner migliora la relazione

La percentuale a favore del rischio di malattie

I valori consigliati, si aggirano fra i 500 ed i 999. In tale modo è stato possibile comprendere la percentuale di inquinamento atmosferico tramite i livelli di particolato Pm10 e Pm 2,5. Quindi, si può ben dire che, aumentando i livelli di attività fisica a più di 1000 Met-min per settimana, produce un effetto contrario. Ovvero, aumenta il rischio di scaturire malattie cardiovascolari. Espresso in percentuali, si conta che, coloro che hanno incrementato l’attività fisica, ma che si sono esposti ad un livello di inquinamento alto, hanno incrementato la possibilità di contrarre malattie cardiovascolari del 33%. Quindi è bene fare attenzione al luogo in cui si decide di dedicarsi all’allenamento di corpo e mente. Prediligere la natura, non avrà solo un effetto benefico sullo stress, ma altrettanto sul nostro corpo, riducendo la possibilità d’instaurazione di malattie gravi e, mortali.

Commenti