martedì, Luglio 23, 2024

In Ucraina entra in vigore la legge sulle nuove regole di mobilitazione

In Ucraina entra in vigore la legge sulle nuove regole di mobilitazione per l’esercito.  Le nuove regole sono state contestate dai cittadini ucraini.

In Ucraina entra in vigore la nuova legge sulla mobilitazione

In Ucraina è entrata in vigore la legge sulle nuove regole di mobilitazione per l’esercito. Con questa legge le autorità mirano a ricostituire in modo significativo le truppe dell’esercito, che hanno subito pesanti perdite, introducendo una serie di nuove rigide regole di leva. Le nuove regole hanno suscitato una tempesta di indignazione tra i cittadini ucraini in età militare nella fase di presentazione del disegno di legge alla Verkhovna Rada (parlamento ucraino) alla fine dello scorso anno. Molti uomini ucraini che non vogliono andare al fronte hanno così deciso di attraversare illegalmente il confine con qualsiasi mezzo: dalla falsificazione di documenti, al travestimento con abiti femminili, alle nuotate mortali attraverso il turbolento e montuoso fiume Tisa al confine con la Romania.

Quali sono le nuove regole?

La legge introduce nuove regole di mobilitazione. D’ora in poi tutte le persone obbligate al servizio militare registrate presso l’esercito in Ucraina, così come quelle che si trovano all’estero, dovranno aggiornare i propri dati presso le commissioni militari entro 60 giorni. I trasgressori saranno soggetti a pesanti multe e potranno essere privati ​​del diritto di guidare. Inoltre, tutti gli uomini di età compresa tra 18 e 60 anni devono portare sempre con sé una carta d’identità militare. Senza questo documento, gli ucraini che vivono all’estero non possono ricevere i servizi consolari né estendere la validità del loro passaporto.

Inoltre, gli uomini di età compresa tra 25 e 55 anni che hanno ricevuto una disabilità di secondo o terzo gruppo dopo il 24 febbraio 2022, dovranno sottoporsi a una seconda visita medica. Un’altra disposizione della legge riguarda il diritto delle commissioni militari, con alcune restrizioni, di confiscare i veicoli dei cittadini per le necessità delle forze armate ucraine. La legge prevede anche categorie di cittadini non mobilitabili. Si tratta di dipendenti delle forze dell’ordine, giudici, ministri e loro vice, legislatori e loro assistenti, dipendenti di imprese di difesa, padri di numerosi bambini e padri single, nonché persone con disabilità confermata.


Leggi anche: L’Ucraina accusa le truppe russe di crimini di guerra nella regione di Kharkiv

Related Articles

- Advertisement -spot_img

Latest Articles