In salute? Migliora con piccole azioni e sane abitudini

0
280
Salute è ricchezza
Salute è ricchezza

Essere in salute, per abbassare la pressione sanguigna, perdere peso o vivere più a lungo, è possibile, ma con piccole azioni. Meglio pian piano che la fretta, per ottenere grandi risultati. Scopriamo come!

Quali sono le piccole azioni per restare in salute?

Spesso capita che per migliorare la nostra salute, ci mettiamo degli obiettivi molto importanti, che poi diventano dei pesi. Così ci si ritrova da punto a capo. In un momento di ispirazione, si può persino iscriversi a un Boot Camp di yoga di 12 settimane o dichiararsi vegetariani. Ma una trasformazione, così radicale non è sempre facile. Quando fissiamo grandi obiettivi per noi stessi che richiedono cambiamenti improvvisi e radicali nella nostra vita quotidiana, possono durare un giorno o due, ma non molto di più. Meglio avvicinarsi ai cambiamenti dello stile di vita nello stesso modo in cui si impara a suonare uno strumento musicale: un passo alla volta.

Il primo passo per essere in salute

Per fare scelte alimentari sane, ad esempio, inizia con il lasciare la crosta della pizza nel piatto e mangia invece un altro boccone di insalata. Oppure aggiungi solo una fetta di mela alla tua colazione. Ricorda che i piccoli cambiamenti hanno un effetto moltiplicatore.  Sostituire un pasto di carne con uno di verdura al giorno può ridurre il rischio di morte per cancro o malattie cardiache. Un altro consiglio, è di non esagerare con la carne.  I tuoi pasti sani dovrebbero essere cereali integrali, legumi, verdure o frutta. Una volta che ci si è abituati sarà sempre più facile .

In salute senza rinunciare al gusto

Non è consigliabile smettere di mangiare i cibi che si  preferiscono, ma si può pensare alle porzioni in modo diverso. Mangiare quello che si vuole riducendo o dimezzando le porzioni è un buon metodo. Si avrà la possibilità di gustare la pietanza preferita e nello stesso tempo un guadagno in salute.

Il “metodo della mano”

Questo metodo è molto semplice e propone di dosare sempre al meglio gli alimenti che assumiamo in base alla nostra corporatura. Per la pasta, riso e altri carboidrati crudi, la porzione non dovrebbe superare la grandezza di un pugno chiuso. Anche per le patate non bisogna superare la dose di un pugno. Per il pane la fettina deve avere lo spessore della punta di un dito.

Porzioni di carne, pesce e formaggio

Se mangiamo la carne non dovrebbe essere più grande del palmo della mano, le dita quindi sono escluse. Per il pesce si può avere la dimensione di una mano appiattita, dita comprese. È consigliabile in particolare il merluzzo in quanto è una specie molto povera di grassi e calorie e più in generale i pesci bianchi che nonostante abbiano basse quantità di Omega 3 sono però ricchi in selenio. Nel caso si consumino pesci grassi come ad esempio il salmone bisogna limitarsi al palmo di una mano e si consiglia questa tipologia solo una volta a settimana per assicurarsi la giusta dose di Omega 3. La porzione corretta  per il formaggio sono meno di due dita.

Quante verdure mangiare?

In linea di massima le verdure possono essere consumate a volontà. Ma volendo utilizzare questo metodo, il nutrizionista consiglia, a seconda della tipologia, la dose ad ogni pasto dovrebbe essere il corrispondente di due mani unite nel caso ad esempio di spinaci crudi o insalata o di un pugno chiuso ad esempio se si tratta di broccoli.

In salute: alzati e muoviti

Per migliorare senza esagerare, cerca di muoverti da 3 a 5 minuti ogni ora. Ci sono due parti nell’attività fisica: muoversi di più e sedersi di meno. Se ci si alza alle 5 del mattino, si va in palestra per un’ora, ma poi si sta seduti alla scrivania tutto il giorno, non abbiamo ottimizzato la tua salute.  Se conduciamo uno stile di vita sedentario, alzarsi ogni ora per muovere il corpo nel modo che preferisci è a lungo termine è meglio.  Alcune idee sono: alzati dal computer e ruota le spalle e il collo, cammina lungo il corridoio per visitare un collega, usa il bagno su un altro piano. Potresti anche trovare opportunità durante il giorno per l’esercizio accidentale.  Ad esempio, spazza due stanze della tua casa o fai un giro veloce al supermercato prima di mettere qualcosa nel carrello.

Età metabolica: cos’è e come ci influenza?

Intervalli di 10 minuti a attività intensa

Non c’è tempo per un lungo allenamento? Nessun problema: L’Interval Training è una forma di esercizio molto efficace e che fa risparmiare tempo. Consiste in brevi periodi di 30 secondi di attività ad alta intensità, intervallati da periodi di riposo.  Ad esempio, passa dalla camminata al jogging o vai in bicicletta in salita per una piacevole passeggiata. Quanto lontano devi andare?
Durante queste raffiche ad alta intensità il livello di attività che ti consente di raggiungere questo obiettivo sarà diverso per tutti. Cambierà anche per te, man mano che la tua forma fisica migliora e puoi andare ancora oltre.

Essere positivi aiuta a stare in salute

È ampiamente dimostrato che per ottenere dei risultati soddisfacenti, quando si mette in pratica una trasformazione, alimentare o il cambiare le abitudini, bisogna essere più tolleranti con sé stessi. Se ogni tanto, facciamo degli errori non c’è bisogno di farsene un colpa, ma accettare e perdonarsi. Il dialogo positivo con se stessi richiede pratica, come qualsiasi altra cosa, ma nel tempo essere più positivi diventerà una seconda natura. La tua fiducia aumenterà e il tuo livello di stress diminuirà. Sii gentile con te stesso/a. La via da seguire è quella di passi lenti e coerenti verso il cambiamento è con molte opportunità per celebrare piccole e grandi vittorie.