In arrivo neve anche in pianura per l’Immacolata

0
407
In arrivo neve

Meteo IMMACOLATA, in arrivo NEVE anche in pianura. Tutte le ultime novità. Intensa perturbazione in arrivo per l’8 dicembre, con maltempo in rotta sull’Italia e la neve in pianura al Nord-Ovest.

Arrivano conferme in merito all’evoluzione meteo che appare propizia all’arrivo della neve al piano per l’8 dicembre su parte del Nord Italia. Sarà una classica nevicata da sovrascorrimento di masse d’aria più umide al di sopra di uno strato d’aria fredda ben consolidato nei bassi strati. L’attuale afflusso d’aria artica risulta quindi determinante per creare quelle condizioni perfette, tali da consentire la prima vera nevicata della stagione su un’ampia porzione di territorio pianeggiante della Val Padana occidentale e non solo, nel momento dell’ingresso della perturbazione.

Il cuscino d’aria fredda al suolo avrà modo di insediarsi nei primi giorni della settimana, quando avremo una fase d’intervallo fra una perturbazione e l’altra. I cieli sereni favoriranno le gelate e quindi l’ulteriore adagiarsi dell’aria fredda nei bassi strati. Le ultime proiezioni confermano che questo cuscino freddo reggerà all’arrivo delle correnti più umide e temperate legate al fronte atlantico. Il richiamo più mite non sarà in gradi di scalzare l’aria fredda al suolo dal Nord-Ovest e tutta la colonna d’aria dovrebbe mantenere temperature attorno o al di sotto dello zero.

Vortice polare impazzito: fattore nuovo per l’Europa e Nord America su Inverno

Meteo estremo in Sud Africa: Città sepolta da una grandinata record

Meteo Invernale: violenta grandinata al Sud della Spagna

Dettaglio nevicate previste

Dove è attesa la neve? Al momento la neve andrebbe a coinvolgere per l’Immacolata tutto il Piemonte e quasi tutta la Lombardia, tranne il mantovano. Nevicate interessano anche le province occidentali dell’Emilia e poi la fascia costiera ligure tra Genova e Savona, dove ci sarà il travaso della Tramontana. Andando più ad est lungo la Val Padana, crescono le possibilità che prevalga la pioggia al posto della neve, o comunque gli accumuli di neve saranno più difficili per via di una situazione termo-igrometrica al limite. Molto dipenderà anche dall’intensità delle precipitazioni, che potrebbero favorire alcune sorprese locali.

Riguardo le stime degli accumuli di neve attese attesi, è probabile che possano cadere mediamente all’incirca dai 5 ai 10 cm di neve, forse qualcosa meno nelle grandi città per l’isola di calore. Nevicate più copiose sono previste sul sud-est Piemonte, il pavese, il piacentino, il bergamasco con punte di 15-20 cm. Va rilevato che il cuscino freddo al Nord-Ovest potrebbe reggere per l’intera fase perturbata, anche per il 9 dicembre. Sul resto d’Italia le correnti meridionali determineranno un rialzo termico, con quota neve in Appennino che risalirà temporaneamente fino alla media e alta montagna.

Fonte: Meteo Giornale