Immortale come le sue creature: il mondo di Rice

0
452

Prima di Edward Cullen, prima dei fratelli Salvatore c’era Lestat, e con lui Louis, Claudia, Maharet, e tutti i personaggi delle Cronache dei Vampiri. Immortali, come è diventata immortale Anne Rice, colei che diede loro vita.

Cosa ha reso Anne Rice immortale?

Prima di Lestat solo il Dracula di Bram Stoker aveva portato al successo il personaggio del vampiro. Dopo, questa leggendaria figura è stata spesso abusata, ridotta a misera macchietta: ma se molti di questi personaggi sono caduti presto nel dimenticatoio, così non è accaduto ai vampiri della Grande Famiglia. E non solo per merito del film del 1994, con un crudele Tom Cruise e un tormentato Brad Pitt nei ruoli di Lestat e Louis (per non parlare della bambina demoniaca Claudia, con il volto di una giovanissima Kirsten Dunst). Il mondo creato da Anne Rice, nato nel 1976 con il primo libro, è destinato a rimanere immortale.


Anne Rice morta la scrittrice del nuovo gotico


Lestat e gli altri: l’inizio della stirpe

Come dicevamo, Lestat de Lioncourt nasceva nel 1976 e la sua vita veniva raccontata da una terza persona. Questo era Louis de Point du Lac, reso immortale dallo stesso Lestat, che infine accettava di rilasciare una lunga intervista al giornalista Daniel. Dal primo libro, Intervista col vampiro appunto, al secondo, Scelti dalle tenebre, la voce narrante cambia e Lestat parla in prima persona (come anche nel terzo, La Regina dei Dannati). Se quindi leggendo il primo libro l’impressione è che Lestat sia un mostro crudele, già dal secondo la prospettiva si ribalta completamente: e con ogni sua sfaccettatura, il vampiro diventa molto più umano, spesso, di molti esseri umani. Ma non è tutto qui.

Akasha ed Enkil: i Signori dei Dannati

Se nei primi due libri abbiamo scoperto tutto su Lestat e su come è stato creato, ignoriamo come la stirpe dei vampiri sia nata. Ebbene, il principio di tutto è da ricercarsi nientemeno che nell’Antico Egitto, e nella presenza di uno spirito assetato di sangue. Questo, incorporeo, aggredisce il re e la regina, Enkil ed Akasha, rendendoli i primi vampiri della storia. I due sovrani fanno proseliti, tra cui il loro consigliere, Khayman. Egli, a sua volta, “crea” le streghe gemelle Maharet e Mekare, che avevano osato mettersi contro di loro. Da questi progenitori sarebbe nata l’intera stirpe, e da Maharet, rimasta precedentemente incinta di Khayman a seguito di uno stupro, quella che viene denominata la Grande Famiglia. Non si tratterebbe di altro che della stessa razza umana.

Gli Antichi

Denominati anche Figli dei Millenni, sono i vampiri più longevi e tra questi ci sono proprio Khayman, Maharet e Mekare. Possiamo però anche citare nomi non meno importanti, come Armand (a capo del Teatro dei Vampiri a Parigi), Pandora (vissuta nell’Impero Romano), Marius (custode di Akasha ed Enkil) e Mael. Se però i primi tre furono creati direttamente dai progenitori, toccando quindi i 6000 anni di vita, gli altri ne contavano circa 2000. Più deboli dei veri Antichi, erano comunque più forti della maggior parte di vampiri più “giovani”, come Lestat stesso.

Non solo vampiri: La Saga della Streghe di Mayfair

Ma il mondo di Anne Rice non è popolato solo di vampiri. Un ciclo a parte è rappresentato infatti dalla trilogia delle Streghe di Mayfair, le cui protagoniste sono tredici streghe, tutte antenate della protagonista, Rowan Mayfair. Alcuni personaggi, come la stessa Rowan o la strega Merrick, compaiono anche da comprimari in due dei libri delle Cronache dei Vampiri, e le storie si intrecciano indissolubilmente. Tutti questi mondi e queste storie hanno contribuito a rendere immortale Anne Rice, l’unica e sola regina dei vampiri.