Imminente passaggio del ciclone tropicale Surigae nelle Filippine

0
108

Imminente il passaggio a ciclone tropicale Surigae si avvicina alle Filippine. Non è ancora certa la sua traiettoria a medio termine e l’Arcipelago delle Filippine non sembra al momento il suo obiettivo principale, anche se il suo passaggio potrebbe avvenire a non troppa distanza.

Quello che invece è confermato è l’imminente potenziamento del ciclone tropicale Surigae, prima a tifone a partire da domani, venerdì, poi addirittura all’equivalente di categoria 4 domenica. Intanto la tempesta tropicale Surigae si sta muovendo alla velocità di 5km/h verso ovest-nordovest ed è accompagnata da venti fino a 120km/h capaci di sollevare onde alte più di 5 metri.

Ciclone tropicale SURIGAE

Si segnala la presenza del ciclone tropicale SURIGAE.
Alle ore 11.00 (ora locale italiana) la parte centrale del ciclone risulta posizionata a Latitudine 09,2 N e a Longitudine 133,5 E.
Il ciclone è classificato TIFONE, con venti da 120 km/ora e fino a 175 km/ora.
I paesi interessati dal ciclone sono: MARE DELLE FILIPPINE E AL LARGO DELLE ACQUE A NORDOVEST DELL’ISOLA DI PALAU.

Il ciclone tende a spostarsi verso WNW.
Per le ore 11.00 di domani è previsto che diventi SUPERTIFONE e che il suo centro si porti a Latitudine 11,3 N e Longitudine 130,1 E, e la sua attività interesserà i seguenti paesi: MARE DELLE FILIPPINE, con venti da 157 km/ora e fino a 222 km/ora.

La rotta prevista di Surigae

Si trova alle coordinate 8.9N 136.3E, ovvero un migliaio di chilometri ad est delle Filippine, ma a soli 250 a nordest della Repubblica di Palau, dove si sta facendo sentire con forti raffiche di vento fino a 80-90km/h e rovesci di pioggia a tratti molto forti con alcuni alberi sradicati. Venerdì effettuerà il suo passaggio a ciclone tropicale e domenica si rafforzerà fino all’equivalente di categoria 4, con venti le cui raffiche potranno toccare i 250km/h posizionando il suo centro a poco più di 200km ad est delle coste del Visayas Orientale, regione centrale delle Filippine.  

Anche se non avverrà il landfall la sua distanza dalla terraferma sarà tale da innescare forti venti e intenso maltempo sui settori orientali delle regioni di Visayas e Bicon (Manila) con onda lunga che infrangerà sulle coste e possibili mareggiate. Successivamente piegherà verso nord mantenendo una certa distanza dalle Filippine, ma non è ancora escluso che riesca ad avvicinarsi ulteriormente innescando un peggioramento più serio sull’arcipelago.

Commenti