Nell’ultima edizione di Vinitaly il presidente nazionale del Movimento Turismo del Vino (MTV), Carlo Pietrasanta ha annunciato: ”Abbiamo stipulato un accordo di coproduzione con la Fuji Television, il principale broadcaster privato giapponese. Tra pochi giorni andrà in onda la prima delle 16 puntate da 120’ ciascuna in programma per i prossimi quattro anni. Si tratta di un focus su vino e agroalimentare made in Italy senza precedenti in Giappone, cui hanno aderito con il patrocinio sia l’Enit che l’Ambasciata d’Italia a Tokyo, con Alitalia partner tecnico per la realizzazione del programma.”

La serie di documentari è intitolata ‘Viaggio alla scoperta dell’Italia del vino’ e vede protagonisti la produzione vitivinicola con la gastronomia, l’arte, l’ambiente e la cultura.

La prima puntata parte dalla Sicilia in un percorso tra Etna e Salina, passando per Taormina e Siracusa, Noto e Piazza Armerina, Favignana, Marsala e Palermo. Sempre nel 2017 sono previste tappe in Lombardia, Emilia Romagna e Umbria/Marche. Lo scorso Natale Fuji Tv ha trasmesso il numero zero del programma – girato tra Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Marche – registrando un’audience superiore ai 3 mln di telespettatori.

La produzione rappresenta una tra le più massicce opere di presentazione mediatica mai dedicate all’Italia, con un’imponente quantità di ore di visibilità su un network prestigioso giapponese, comparabile, per target, alla italiana Sky. Il programma è condotto da Isao Miyajima, uno dei maggiori esperti giapponesi di vino e ‘miglior giornalista internazionale ad essersi occupato del vino italiano’ (Premio 2013 Comitato dei Grandi Cru).

Il Giappone rappresenta tra i mercati terzi il quinto paese di destinazione del vino italiano, con un valore registrato nel 2016 di 165mln di euro e una quota di mercato del 12,3% (fonte: Dogane giapponesi).

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here