Resta aggiornato con le nostre news

  • Ricevi le news più interessanti 
  • Scopri le ultime novità
 
 

Il vero significato della danza Haka

Dall’affascinante cultura māori, la danza Haka approda con furore ( e molto altro) su piattaforme mondiali. L’abbiamo vista con la squadra di rugby neozelandese All Blacks , fino alla premiere di Acquaman con l’esuberante Jason Momoa. Eppure , sembra aver assunto un significato ben diverso da quello vero nella cultura di massa: l’Haka non è, assolutamente, una danza di guerra.

Risultati immagini per haka all blacks
Gli All Blacks riproducono l’Haka prima di una partita

In Maori Games and Haka, lo studioso Alan Armstrong ne chiarisce il significato

Lo scrittore americano, scrive infatti:

«La Haka è una composizione suonata con molti strumenti. Mani, piedi, gambe, corpo, voce, lingua, occhi… tutti giocano la loro parte nel portare insieme a compimento la sfida, il benvenuto, l’esultanza, o il disprezzo contenuti nelle parole. È disciplinata, eppure emozionale. Più di ogni altro aspetto della cultura Māori, questa complessa danza è l’espressione della passione, del vigore e dell’identità della razza. È, al suo meglio, un messaggio dell’anima espresso attraverso le parole e gli atteggiamenti.»

L’Haka, quindi, non è solo una danza di guerra. Ma è un metodo fisico per esprimere le emozioni interiori, come gioia, euforia e dolore. E’ un metodo energico e corporeo, energico e senza catene, per esprimere quello che noi umanisti definiamo pathos : in poche parole, tutto quello che abbiamo dentro, e di cui ci liberiamo. E per i māori lo è fin dagli arbori della civiltà.


Un battaglione maori, danza la haka ad Helwan, in Egitto durante la campagna del Nordafrica per il re di Grecia nel Luglio nel 1941.

Il significato

L’Haka segue uno schema ordinato e ben preciso: prima di intonare il ritornello , il leader ( spesso il membro più anziano) incita la squadra e la motiva. La danza segue dei ”passi” ben precisi, spesso in sincronia, che sono:

  • Pukana: i partecipanti devono dilatare gli occhi
  • Whetero: uscire la lingua di fuori, spesso in segno di sfida
  • Ngangahu: simile al Pukana, prevede l’emissione di un verso forte ma acuto
  • Potete: solo per le donne, che devono chiudere gli occhi in alcuni momenti della danza

Il significato del ritornello è un invito alla vittoria, alla vita, e a non arrendersi mai:

Ringa pakia! Batti le mani contro le cosce!
Uma tiraha! Sbuffa col petto.
Turi whatia! Piega le ginocchia!
Hope whai ake! Lascia che i fianchi li seguano!
Waewae takahia kia kino! Pesta i piedi più forte che puoi!
Leader: Ka mate, ka mate È la morte, È la morte!
Squadra: Ka ora Ka ora È la vita, è la vita!
Leader: Ka mate, ka mate È la morte, È la morte!
Squadra: Ka ora Ka ora È la vita, è la vita!
Tutti: Tēnei te tangata pūhuruhuru Questo è l’uomo peloso
Nāna i tiki mai whakawhiti te rā …è colui che ha fatto splendere il sole su di me!
A Upane! Ka Upane! Ancora uno scalino, ancora uno scalino,
Upane Kaupane un altro fino in alto,
Whiti te rā,! Il sole splende!
Hī! Alzati!
Risultati immagini per haka dance

Il popolo Māori è un popolo meraviglioso

E’ un popolo polinesiano stanziato principalmente in Nuova Zelanda. Vittima della dominazione inglese, è un popolo che vive a strettissimo contatto con la natura. Con un fortissimo attaccamento alla tradizione tribale, da immensa importanza alla forza delle loro emozioni: accanto alla fortissima voglia di rivalsa e alla grinta, c’è un modo diverso e inusuale di rappresentare ciò che di più delicato si prova.

L’Haka può essere anche una lingua non verbale e una terapia liberatoria, per buttar via la rabbia quotidiana e dire qualcosa in modo inusuale, diverso, ma meraviglioso.

Immagine correlata


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *