Il sindacalista giusto: Di Vittorio e le parole

Giuseppe Di Vittorio: il padre del meridione

0
291
Il sindacalista giusto

Il sindacalista giusto” potrebbe essere il titolo di una storia dedicata a Giuseppe Di Vittorio. Personalità semplice, lavoratore instancabile, sindacalista vero e politico onesto. Quell’uomo originario di Cerignola nacque l’11 agosto 1892.

il sindacalista giusto: Giuseppe Di Vittorio

Giuseppe Di Vittorio: padre del meridione


Il sindacalista giusto: Di Vittorio e il riscatto sociale

Dopo l’infanzia barbaramente strappata allo studio. Dopo i faticosi e durissimi anni come bracciante agricolo negli impraticabili campi della Puglia arrivò “la redenzione”. Giuseppe Di Vittorio studiò, lesse, si interessò, si informò. Si riscattò.

Il riscatto sociale passa necessariamente attraverso la cultura, la consapevolezza e l’azione. Ricordiamo Di Vittorio come il padre del meridione. Coraggioso e valoroso paladino dei diritti dei braccianti e dei lavoratori. Il giovane Di Vittorio diede vita ad un movimento di giovani socialisti. Aderì al socialismo rivoluzionario.

Il socialismo di Giuseppe Di Vittorio ebbe come fondamentale punto l’emancipazione del lavoro. Egli si impegnò per tutelare i lavoratori. Ebbe premura di difendere gli ultimi e gli oppressi.

Il sindacalista giusto e onesto

Il sindacalista giusto: le parole di Giuseppe Di Vittorio

Oggi ricordiamo Giuseppe Di Vittorio con alcuni dei suoi bellissimi e profondi pensieri.

I padroni non considerano il lavoratore un uomo, lo considerano una macchina, un automa. Ma il lavoratore non è un attrezzo qualsiasi, non si affitta, non si vende. Il lavoratore è un uomo, ha una sua personalità, un suo amor proprio, una sua idea, una sua opinione politica, una sua fede religiosa e vuole che questi suoi diritti vengano rispettati da tutti e in primo luogo dal padrone“.

La cultura non soltanto libera queste masse dai pregiudizi che derivano dall’ignoranza, dai limiti che questa pone all’orizzonte degli uomini: la cultura è anche uno strumento per andare avanti e far andare avanti, progredire e innalzare tutta la società nazionale“.


Giuseppe Di Vittorio: la voce dei lavoratori


Dall’ultimo discorso di Giuseppe Di Vittorio

Conosco le amarezze, le delusioni, il tempo talvolta che richiede l’attività sindacale con risultati non del tutto soddisfacenti. Conosco bene tutto questo, perché anch’io sono stato attivista sindacale: voi sapete bene che io non provengo dall’alto, provengo dal basso“.

La nostra causa è veramente giusta, serve gli interessi di tutti, gli interessi dell’intera società, l’interesse dei nostri figliuoli. Quando la causa è così alta, merita di essere servita, anche a costo di enormi sacrifici”.

È giusto che in Italia, mentre i grandi monopoli continuano a moltiplicare i loro profitti e le loro ricchezze, ai lavoratori non rimangano che le briciole? Ed è giusto che il salario dei lavoratori sia al di sotto dei bisogni vitali dei lavoratori stessi e delle loro famiglie, delle loro creature? È giusto questo? Di questo dobbiamo parlare, perché questo è il compito del sindacato“.

Commenti