Il rover Curiosity della NASA inizia un viaggio “estivo”

0
216

Lunedì, l’agenzia spaziale NASA, ha annunciato un “viaggio” se così si può chiamare, per la sonda spaziale Curiosity.

Curiosity

Come ricordiamo bene, fin dal 2014 è in corso una missione che investiga su delle probabili forme di vita spaziali.

Scavando cinque chilometri e cercando ovunque, la sonda spaziale cercherà di trovare delle forme di vita antiche riconducibili alle forme di vita simili a quelle presenti sul nostro pianeta.

La sonda, avrebbe finito di esplorare la zona, riportando a galla dell’argilla che sarebbe un elemento fondamentale da poter analizzare attentamente.

La storia ritrovata

La forma d’acqua ritrovata nel cratere denominato Gale, riporta in superficie notevoli risultati. In questo campione infatti, sarebbero presenti solfati come il gesso, sali minerali riconducibili. Tutto ciò, ci fa comprendere come nel corso del tempo siano cambiate le condizioni di vita, in un arco di 3 miliardi di anni.

La NASA, ha affermato che entro fine anno, Curiosity raggiungerà la parte di solfato che verrà in seguito analizzata, per comprendere come è cambiata la superficie di Marte.

Spirit

La sonda Spirit, come ben ricordiamo, rimase impigliata nelle sabbie di Marte nel lontano 2009. Dopo di questo inaspettato e involuto evento, l’agenzia spaziale, decise di inviare Curiosity. Ovviamente, le ragioni della ricerca sono omologhe e le attrezzature sono ovviamente più avanzate.

Se ti è piaciuto l’articolo leggi anche: 10 anni di sole in un ora. La NASA rilascia un’affascinante pellicola spaziale

Commenti