Era il 1994 quando nelle sale di tutto il mondo usciva un ulteriore successo Disney: Il Re Leone. La tragica fine di Mufasa e l’amicizia tra Timon e Pumbaa hanno fatto sognare i bambini di tutto il mondo. Ed ecco che – nel 2019 – Simba è tornato in un live action che presuppone un successo planetario

il Re Leone
Il re leone il film ha superato il successo anche di Frozen diventando il cartone più visto di sempre

Che il Re Leone fosse uno dei cartoni animati più amati e visti di sempre era cosa nota, almeno fino a quando al cinema non usciva Frozen. Sarà stato per il fascino del ghiaccio, l’amore tra sorelle o il divertente pupazzo di neve parlante ma fin da subito il cartone Disney del 2013 ha catturato un mondo di bambini e genitori, ragazzine e giovani adulti persi tra le note di “Let It Go”.

Eppure da sempre la Disney è famosa per la sua inarrestabile voglia di far sognare i suoi spettatori, puntando sempre più in alto e sempre più distante, superando i suoi stessi limiti. Ed è così che è nato Il Re Leone nella nuova versione livedal 20 agosto nei cinema di tutta Italia. Il ritorno dopo 25 anni di Mufasa, Simba, Timon e Pumbaa, della spensieratezza di Hakuna Matata e della cattiveria di Scar, la Disney è tornata in vette alle classifiche superando anche l’enorme successo che conquistò sei anni fa Frozen.

Il regista de Il re leone ispirato da un safari

L’anno d’oro della Disney: dopo gli Avengers sembra arrivare un nuovo successo con Il Re Leone

In un periodo dunque di ritorno al passato, tra i live dei migliori cartoni che hanno segnato la storia dell’etichetta americana – da Dumbo ad Aladdin a Mulan, il Re Leone non può essere considerato solo un live action. Le tecniche di animazione utilizzate in questo caso infatti, lo rendono a tutti gli effetti un film animato portando la Disney ad incassare entro la fine di luglio già più di 7 miliardi di euro come incoronazione di un anno stellare. Suo è infatti anche il successo di Avengers: Endgame che ha superato i 2.700 miliardi di dollari al botteghino scatenando un successo planetario mai visto.

Ad oggi, le entrate registrate nei Paesi che lo possono vantare già nelle proprie sale raggiungono 1.33 milioni di dollari, di cui 473,10 milioni di dollari solo negli Stati Uniti. A confronto, Frozen portò a casa circa 1,28 milardi di dollari di cui 400,73 milioni negli USA.

Il Re Leone: la critica internazionale non è molto soddisfatta dal live action!

La sfida in casa Disney però sembra non finire qua. Se infatti Simba con la sua simpatica compagnia puntano ad ottenere un successo ancora più alto e significativo nei mesi a venire, Elsa e sua sorella hanno annunciato un ritorno straordinario con l’uscita di Frozen 2 – Il segreto di Arendelle in uscita in America il prossimo 27 novembre.

Per ora possiamo continuare a goderci un mondo magico di sogni e principesse che continuano a farci innamorare come quando eravamo più piccoli. Partendo da Cenerentola e a La Bella e la Bestia, due film firmati rispettivamente dai registi Kenneth Branagh e Bill Condon, abbiamo la possibilità di tornare – una seconda volta – nei posti più speciali della nostra infanzia.

Il Re Leone: fra i doppiatori italiani Marco Mengoni, Elisa Toffoli e Luca Ward

Condividi e seguici nei social
error

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here