Il rabbino di Greensburg crea il primo Sefer Torah in braille

0
152

Al rabbino Lenny Sarko è stato detto che creare un Sefer Torah in braille aderendo alle leggi kosher era impossibile. Sfida accettata. Quattro anni dopo, Sarko ha prodotto la prima Torah in braille.

Chi è Lenny Sarko?

Sarko è il rabbino della sinagoga della Congregazione Emanu-El Israel in Main Street a Greensburg. L’ispirazione per il progetto è arrivata a Sarko molto prima che si trasferisse a Greensburg due anni fa. Gli occhi di Sarko hanno iniziato a sanguinare circa quattro anni fa a causa del diabete di tipo 2. I medici sono riusciti a fermare l’emorragia, ma il danno alla sua vista non poteva essere annullato. Sarko ha imparato a leggere sia l’inglese che l’ebraico braille nel caso le condizioni dei suoi occhi fossero peggiorate. Scoprì, tuttavia, che una versione braille del Sefer Torah non esisteva. Ed è lì che iniziò il suo viaggio.

A cosa serve il Sefer Torah in braille?

Il braille Sefer Torah consente ai membri non vedenti e ipovedenti della comunità ebraica di partecipare pienamente alla fede, ha detto Sarko. Poiché la Torah deve essere letta e non memorizzata, questi individui non erano in grado di pronunciare le parole della Torah fino ad ora. “Per seguire le leggi kosher” ha detto Sarko “la Torah deve essere fatta di materiali organici, completamente a mano e senza errori. Se viene commesso un errore, il produttore deve ricominciare da capo quella particolare pagina.” Nella sua ricerca, Sarko ha scoperto che alcuni esperti temevano che i punti braille non sarebbero apparsi sulla pelle bovina, il materiale tipicamente utilizzato per i rotoli della Torah, o che si sarebbero danneggiati una volta che il rotolo fosse stato arrotolato. Altri credevano che una versione braille non potesse essere prodotta senza l’assistenza di macchine.


Torah antica 2500 anni prende taxi in Turchia? (Video)


Come è stata realizzata la Torah in braille

Sarko ha usato una lavagna e uno stilo, uno strumento utilizzato per imprimere il braille sulla carta. Ogni cella braille contiene sei punti in due linee verticali di tre. Per creare un testo braille, l’utente deve inserire la carta tra la parte superiore e inferiore dei fori preforati della lavagnetta e inserire le lettere appropriate con lo stilo. Su un rotolo della Torah, ci sono 239 colonne con 4.000 punti per colonna. Sarko ha impiegato cinque mesi per completare una pergamena. Una Torah scritta richiede in genere un anno. Il costo della Torah in braille, d’altra parte, è più o meno lo stesso di un rotolo scritto, che secondo Sarko è di circa $ 25.000. Sarko ha finanziato il progetto e l’ha portato a termine senza aiuti esterni.

I progetti futuri di Sarko

Sarko ha in programma di assumere alcune persone in più per realizzare ulteriori pergamene. A causa del costo ha detto che non si aspetta di vendere molti rotoli. Piuttosto, sta considerando un sistema in cui chiunque nel paese possa affittare una pergamena per un determinato giorno.Sarko spera di espandere questa opportunità a persone al di fuori degli Stati Uniti. “Una persona cieca o ipovedente è considerata un membro a pieno titolo della comunità, indipendentemente dalla denominazione, ma se (la Torah) deve essere letta, può partecipare a quella parte? Finora no“, ha detto Sarko. “Questo consente loro non solo di essere, di nome, un membro a pieno titolo, ma di farlo davvero”. Sarko ha ricevuto feedback positivi sia dai congregati di Emanu-El Israel che dagli ebrei a livello nazionale. “Ricevo chiamate da tutto il paese: ‘Quando possiamo avere la pergamena?’ Perché non è mai stata disponibile prima“, ha detto Sarko. “È stato molto positivo, di grande supporto, molto eccitante”.