Il punto sull’andata dei sedicesimi di Europa League (seconda parte)

0
203

ROSTOV – SPARTA PRAGA 4-0

Vittoria larga del Rostov contro lo Sparta Praga, i padroni di casa iniziano subito in attacco e al 15′ trovano il gol del vantaggio grazie a un bel colpo di testa di Miha Mevlja; lo Sparta Praga prova a reagire subito ma il tiro di Julis non trova lo specchio della porta.

Al 32′ i cechi rimangono addirittura in dieci uomini per il doppio giallo ricevuto da Konate.
Allora il Rostov inizia a spingere in superiorità numerica e segna due gol in 2′, prima con il colpo di testa di Poloz al 38′ poi con il tiro di Noboa al 40′: il risultato è 3-0 alla fine del primo tempo.

Nella ripresa lo Sparta Praga non riesce quasi mai a rendersi pericoloso mentre i padroni di casa continuano ad attaccare senza trovare molta opposizione e al 68′ trovano anche il quarto gol con Azmoun.

Gli avversari aspettano solo il fischio finale che arriva dopo 3′ di recupero, Rostov batte Sparta Praga 4-0 ed è quasi certo del passaggio agli ottavi.

PAOK SALONICCO – SCHALKE 04 0-3

I padroni di casa iniziano subito in attacco e al 5′ colpiscono un palo con Matos, ma successivamente è lo Shalke 04 a prendere in mano il pallino del gioco e a trovare il vantaggio al 27′ grazie al gol di Burgstaller.

Il Paok prova subito a reagire e al 31′ ha l’occasione di pareggiare con il tiro di Shakhov che però non centra lo specchio della porta.

L’ultima occasione del primo tempo è di Max Meyer per lo Shalke 04 ma il tiro dell’attaccante tedesco viene respinto da un difensore.

Nella ripresa il gioco viene interrotto spesso da falli che costringono l’arbitro a estrarre 4 cartellini gialli in 16′, ma in questa fase gioca meglio il Paok che prova a pareggiare con Goretzka ma il suo tiro viene respinto.

Nel finale di partita si rivede in attacco lo Shalke 04 che prima segna il raddoppio con il colpo di testa di Max Meyer all’82, poi dilaga al 90′ con Hunteelar che trova il terzo gol.

La partita termina 3-0 per lo Shalke 04 che ha il passaggio del turno in cassaforte.

MANCHESTER UNITED – SAINT ETIENNE 3-0

All’Old Trafford il Manchester va subito in vantaggio con Ibrahimovic che al 15′ segna il gol dell’1-0.

Nel primo tempo è la squadra di casa a rendersi più pericolosa con numerose occasioni soprattutto con Mata che però non riesce a concretizzare.

Nel finale inizia ad attaccare anche il Sain-Etienne ma senza centrare lo specchio della porta.

Si va negli spogliatoi sull’1-0, nella ripresa il Manchester United riprende il pallino del gioco e inizia ad attaccare con continuità, al 69′ Pogba colpisce la traversa con un colpo di testa e 6′ più tardi Ibrahimovic trova il gol del raddoppio.

La squadra di Mourinho ha il pieno controllo della partita e all’87’ conquista un calcio di rigore che Ibrahimovic realizza per il gol del 3-0.

Dopo 4′ di recupero la partita finisce 3-0 per il Manchester United, Ibrahimovic trascina i suoi ai quarti di finale con una tripletta.

HAPOEL BEER SHEVA – BESIKTAS 1-3

Nella prima mezz’ora il Besiktas attacca con continuità creando molte occasioni da gol, e al 42′ passa in vantaggio grazie ad uno sfortunato autogol del difensore cipriota Soares.

Due minuti dopo arriva il pareggio dei padroni di casa con Barda.

Si va all’intervallo sull’1-1, nella ripresa il Besiktas inizia a spingere per portarsi in vantaggio e al 60′ trova il gol con Tosun.

La squadra turca continua a creare molte occasioni di gioco per tutto il secondo tempo e al 90′ chiude la partita grazie al gol di Atiba Hutchinson che porta il risultato sul 3-1 per gli ospiti nonostante i tentativi finali dell’Hapoel.

Finisce 1-3 al Toto Turner Stadium ma la qualificazione è ancora aperta.

ATHLETIC BILBAO – APOEL NICOSIA 3-2

Le due squadre iniziano ad attaccare già dai primi minuti di gioco ma sono i padroni di casa ad avere le palle gol più nitide con Raul Garcia e De Marcos ma è l’Apoel Nicosia a portarsi in vantaggio per primo con il gol di Efrem al 36′.

Dopo 2′ però il punteggio cambia ancora per l’autorete di Merkis: 1-1 al San Mamès di Bilbao.

L’Athletic inizia il secondo tempo in attacco come aveva concluso il primo, e al 61′ arriva il secondo gol firmato Ariz Aduriz che porta in vantaggio i baschi.

La squadra di Valverde continua a creare numerose occasioni da gol e al 72′ Inaki Williams segna di testa il terzo gol: punteggio ribaltato e partita chiusa.

L’ultimo squillo della partita è dell’Apoel che riesce ad accorciare le distanze all’89’ con Gianniotas.

La partita termina dunque con la vittoria dell’Athletic Bilbao per 3-2 ma lascia ancora aperto il discorso del passaggio del turno.

LEGIA VARSAVIA – AJAX 0-0

Il primo tempo è caratterizzato da molti capovolgimenti di fronte con numerose occasioni per entrambe le squadre ma all’intervallo il punteggio rimane fermo sullo 0-0.

Nei primi minuti della ripresa meglio l’Ajax che spinge costantemente nella metà campo avversaria, ma non riesce a concretizzare.

Nella seconda metà del secondo tempo invece è il Legia Varsavia a rendersi più pericolosa e a prendere in mano il pallino del gioco, anche a causa dell’espulsione del terzino destro olandese Tete, ma il punteggio rimane inchiodato sullo 0-0 fino alla fine della partita. Il discorso del passaggio ai quarti è quindi rimandato alla gara di ritorno.

ANDERLECHT – ZENIT 2-0

Dopo 5′ la squadra di casa è già in vantaggio grazie al gol di Acheampong; lo Zenit prova subito a pareggiare ma non riesce a sfruttare le occasioni da gol costruite, così l’Anderlecht
ne approfitta e raddoppia al 31′ ancora con Acheampong.

Nel secondo tempo ci sono molte occasioni per entrambe le squadre ma le reti rimangono inviolate per tutta la ripresa e il risultato finale è 2-0 per l’Anderlecht grazie alla doppietta di Acheampong.

 

Annunci

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here