Il punto sulla XXXIV giornata di Serie B: il Bari torna alla vittoria con il Latina, il Benevento sale al quarto posto in classifica (prima parte)

0
278

Nel turno infrasettimanale di Serie B trovano la vittoria il Bari che riesce a battere il Latina solamente nel secondo tempo e il Benevento che vince e convince contro la Ternana che non riesce a fare punti per allontanarsi dalla zona retrocessione, invece pareggiano Carpi, Cesena e Perugia rispettivamente contro Pro Vercelli, Brescia e Pisa.

BARI-LATINA 2-0

Il Bari per riscattare la brutta prestazione nell’ultimo turno di campionato contro la Pro Vercelli, ospita in casa il Latina che oltre alla penalizzazione di un punto ricevuta dal giudice sportivo non sta passando un bel momento per i risultati ottenuti.

In avvio di gara però sono i laziali a spingere e a provocare qualche brivido alla difesa avversaria con Bandinelli ma il suo tiro di testa si spegne a lato, il Bari dopo i primi minuti sotto pressione si porta in attacco, bravo il portiere del Latina a deviare in angolo il tiro di Floro Flores.

Gli ospiti nel primo tempo giocano meglio dei padroni di casa e al 31° hanno un’altra opportunità per portarsi in vantaggio con Corvia che raccoglie in rovesciata un traversone prolungato da Pinato, conclusione che però esce di pochi centimetri dal palo protetto da Micai.

Il Bari nei minuti finali della prima frazione si fa più presente nell’area del Latina sciupando una clamorosa occasione con Parigini, Floro Flores con un ottimo lavoro mette in mezzo per l’ex Chievo che deve solo appoggiare in porta ma spedisce la palla fuori.

Il Bari dopo i fischi presi dagli spettatori presenti allo stadio a fine primo tempo, inizia in maniera più propositiva la ripresa manifestandosi più volte in attacco e rompendo gli equilibri al 63° con Galano, cross di Sabelli bucato dalla difesa ospite, il primo ad avventarsi sul pallone è proprio Galano che controlla e batte Pinsoglio in uscita firmando il suo settimo in campionato.

I padroni di casa con il gol del vantaggio mettono la gara in discesa gestendo meglio il gioco, il Latina non riesce più ad essere incisivo come nella prima frazione, l’unico squillo è una punizione di Corvia con Micai che intuisce la traiettoria e vola a disinnescare il tiro.

Nei minuti di recupero il Bari chiude i conti con Fedele, ottimo tiro potente dalla distanza che trova una deviazione che spiazza ancora una volta Pinsoglio e padroni di casa che ottengono tre punti importanti per la zona play off.

BENEVENTO-TERNANA 2-1

La Ternana cerca punti importanti per la missione salvezza, infatti anche in questa partita inizia molto bene spingendo molto per trovare fin da subito il gol del vantaggio, ma la prima conclusione di Falletti dopo una buona percussione risulta troppo debole e centrale per creare problemi a Gori.

Il Benevento fa valere di più la sua classe tecnica e al 25° arriva la situazione che sblocca il match, Ceravolo viene steso in area da Meccariello e per Aurelio non ci sono dubbi sul calcio di rigore. Dal discetto va lo stesso Ceravolo che spiazza Aresti portando in vantaggio la sua squadra.

Il primo tempo finisce con i padroni di casa che oltre l’occasione iniziale della Ternana non hanno subito più alcun pericolo.

Ad inizio ripresa la Ternana si riaffaccia in attacco con Falletti che stoppa e calcia in area ma la conclusione è debole e facile presa del portiere avversario, il Benevento con il passare dei minuti controlla il gioco come nella prima frazione e al 52° trova il gol del raddoppio ancora con Ceravolo, lancio perfetto di Viola per la corsa dell’attaccante che stoppa benissimo e trafigge Aresti con il destro.

La Ternana con orgoglio e passione riesce ad aprire i giochi al 70° grazie alla rete di Meccariello che stoppa si gira e con un bellissimo tiro al volo riapre le speranze per la sua squadra. Gli ospiti ci credono e al 76° vanno vicini al pareggio con Palumbo che da fuori area calcia, ma la palla, complice anche una deviazione, per poco non beffa Gori. Benevento che sul finale di tempo controlla il risultato riuscendo a portare a casa una vittoria molto importante per la loro classifica.

CARPI-PRO VERCELLI 0-0

Al Sandro Cabassi si affrontano Carpi e Pro Vercelli con i padroni di casa alla ricerca di punti fondamentali per i play off mentre gli ospiti vogliosi di continuare il loro momento positivo tentano di uscire dal limbo delle squadre vicine alla zona retrocessione.

Gli ospiti nel primo quarto d’ora sono maggiormente pericolosi portandosi più volte nell’area avversaria, prima con un cross di Nardini salvato in extremis dalla difesa e poi con Comi ma la sua conclusione è murato dagli uomini di Castori.

Al 26° il Carpi prende vigore e si porta in attacco grazie a Letizia, bravo Provedel ad allontanare la sfera con i pugni. Il primo tempo finisce sul risultato di 0-0, gara sostanzialmente in equilibrio con entrambe le squadre che non hanno intenzioni a sbilanciarsi.

Ad inizio secondo tempo i padroni di casa iniziano alla grande portandosi pericolosamente in attacco sfiorando maggiormente il vantaggio. Al 48° Lasagna ci prova con un’accelerazione delle sue ma Provedel bravo gli nega il gol, passano appena cinque minuti e ancora Lasagna mette in difficoltà la difesa avversaria mettendo in mezzo per Concas che calcia sul palo.

Al 71° ottimo occasione per la Pro Vercelli, Bani servito alla perfezione da un suo compagno fallisce il gol da posizione ravvicinata. L’ultima occasione del match è sui piedi di Bifulco che tira dalla distanza ma la sua conclusione è murata dalla difesa avversaria e partita che finisce 0-0 con le squadre che non hanno saputo sfruttare le occasioni create.

CESENA-BRESCIA 1-1

Partita importante e punti fondamentali per entrambe le squadre che lottano per uscire dalla zona retrocessione.

Il Brescia nei primi minuti parte subito alla fase offensiva con Bisoli il quale viene fermato proprio sul più bello, ma il Cesena è più cinico e alla prima occasione si porta in vantaggio, gol di Schiavone con un sinistro dalla distanza, complice anche l’intervento di Arcari che manda la palla in rete.

Gli ospiti cercano di reagire e controllano maggiormente il gioco portandosi più volte vicini al pareggio, entrambe le volte con Bonazzoli che nella prima occasione manda la palla tra le braccia di Agliardi e poi con un sinistro pericolosissimo, ma un super intervento del portiere avversario gli nega il gol.

Al 39° gli sforzi del Brescia vengono gratificati con la rete che porta in equilibrio il risultato grazie a Coly, ottimo cross di Bisoli per il centrocampista che non deve far altro che appoggiare il pallone in porta.

Nella ripresa entrambe le squadre non riescono a portare in campo il gioco offerto nella prima frazione; al 61° il difensore bresciano Blanchard salva il risultato allontanando la palla sulla linea su un tiro cross di Garritano.

A dieci minuti dalla fine è il Cesena a portarsi vicino alla rete con Cocco, buon tiro dalla distanza di Schiavone che trova la respinta di Arcari, poi sulla ribattuta proprio l’attaccante è impreciso e non trova lo specchio della porta, poi all’84° Garritano lascia partire un destro potente dalla distanza, Arcari si supera e con un grande intervento riesce a salvare il risultato.

Partita che finisce in pareggio, buon punto per entrambe le squadre in ottica salvezza.

PERUGIA-PISA 2-2

Bella partita quella tra Perugia e Pisa, ricca di emozioni e gol.

I padroni di casa premono subito sull’acceleratore trovando la rete già al 5° minuto con Mustacchio che manda la palla in rete su azione da corner dopo un rimpallo di Milanovic, il Perugia non si ferma, attacca e crea occasioni e cinque minuti più tardi raddoppia grazie al gol di Gnahorè che ancora una volta da corner con un preciso tiro dal limite dell’area mette la palla alle spalle di Ujkani.

Gli uomini di Gattuso non si danno per vinti e al 15° riescono a rientrare in partita, Di Tacchio raccoglie una respinta di Volta e da fuori area batte Rosati; dopo il gol del 2-1 il Pisa ritrova coraggio e con maggiore iniziativa si porta in attacco non trovando però il pareggio.

Dopo le occasioni e i gol iniziali la gara diventa più equilibrata nel secondo tempo dove le squadre non vogliono sbilanciarsi per non subire il contrattacco avversario.

Il Pisa in questa ripresa è vivo e cerca il pareggio e dopo aver salvato il risultato su un tiro da posizione ravvicinata di Di Carmine, la formazione di Gattuso rimette in piedi una gara difficile all’86° con Lisuzzo che servito da Mannini direttamente su punizione, sigla il pari con un bel colpo di testa.

Nei cinque minuti di recupero il Perugia tenta di vincere la partita con un tiro di Nicastro che trova le respinta ancora di Lisuzzo davanti alla porta.

Partita che finisce con il risultato di 2-2, ottimo punto in trasferta per il Pisa che si porta alla terzultima posizione in classifica sperando ancora nella salvezza, mentre il Perugia scende al quinto posto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here